Gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli visitano la Posta Vecchia

LADISPOLI (Roma) – Gli studenti dell’Alberghiero di Ladispoli a contatto con le realtà turistiche di eccellenza del territorio, si preparano ad affrontare il loro futuro professionale. Il 25 e 26 ottobre è stata la volta della Posta Vecchia, pluripremiato luxury hotel del litorale laziale, erede dell’antica tradizione di accoglienza propria dell’aristocrazia romana.

Cancello Posta VecchiaAccanto al Castello Odescalchi, davanti all’oasi naturale di Palo, sopra un’antica villa del II secolo a. C., appartenuta nel tempo a diversi imperatori, fra i quali il controverso Eliogabalo: è questa la posizione incantevole della Posta Vecchia, albergo 5 stelle lusso,  tra i più prestigiosi d’Europa, in età medievale e moderna casino di caccia per nobili e pontefici.

Edificata nel 1640 come dépendance del vicino Castello Orsini, fu semidistrutta durante il secondo conflitto mondiale e abbandonata. Quando gli Odescalchi decisero di ripopolare il Borgo di Palo, divenne dimora di decine di famiglie contadine provenienti dalla Ciociaria, dal Reatino e dalle Marche. La comunità dei pescatori di Pozzuoli, da sempre numerosissima a Ladispoli, offriva ai principi aragoste, in cambio di ospitalità. Poi arrivarono il cinema e il “Paradiso terrestre”: nel parco di Palo, infatti, da Adamo e Eva nacque il Caino di John Huston, che decise di girare qui il suo film “La Bibbia”. Il petroliere Jean Paul Getty non si fece sfuggire il fascino del luogo e il 21 Marzo del 1966 firmò, davanti al notaio, l’atto di acquisto della Posta Vecchia. Durante i lavori di ristrutturazione, durati più di tre anni, vennero alla luce mosaici, capitelli, anfore, colonne, monete: erano i resti, databili al III-IV secolo d. C., di un’antica villa romana risalente al II secolo a.C., che divenne immediatamente un “piccolo” museo sotterraneo.

Mentre passavano Capi di Stato, artisti famosi e ospiti d’eccezione, la fama della Posta Vecchia continuava a crescere e obbligava chi voleva descriverla ad usare solo superlativi. Il quotidiano tedesco “Die Welt”: “è il più meraviglioso tra gli hotel storici di tutto il mondo, nascosto in quella posizione che si è guadagnato nel tempo e nella storia”.

Martedì 25 e mercoledì 26 Ottobre, quattro classi dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli, accompagnate dai loro docenti Giovanna Albanese, Michele Comito e Renato D’Aloia, hanno visitato la Posta Vecchia, ripercorrendone la storia. Ad accogliere gli studenti, il Direttore dell’Hotel Marco Filippi e la Responsabile Organizzazione Eventi Stefania Dolciotti, che hanno descritto le caratteristiche della residenza, aprendo agli allievi le porte delle camere, delle suite, delle cucine (affidate allo chef Antonio Magliulo) e del Museo sotterraneo. Nel 1980 – come ha ricordato il Direttore Marco Filippi – la residenza è stata acquistata dall’imprenditore romano Roberto Sciò, già proprietario di un altro Paradiso: il Pellicano di Porto Ercole. Ma i due gioielli hanno caratteri non assimilabili: “La Posta Vecchia esprime un tipo di eleganza diversa, la stratificazione della cultura e di una bellezza millenaria” – ha dichiarato in diverse occasioni Roberto Sciò. “La nostra forza è l’identità e l’innovazione costante. Abbiamo una storia vera da raccontare e questo oggi è un valore sempre più importante”. Moltissime le domande poste dagli allievi dell’Istituto Alberghiero al Direttore della Posta Vecchia, che al termine della visita ha salutato gli studenti, con l’auspicio e la promessa di più strutturate forme di collaborazione con l’Istituto Professionale di via Federici.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Regione, il Consiglio approva le linee guida per Lazio InnovaLEGGI TUTTO
ROMA – Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto dal vicepresidente Devid Porrello (M5s), ha approvato la proposta di deliberazione consiliare
Per 11465 donne residenti a Viterbo torna il programma di prevenzione del tumore al senoLEGGI TUTTO
VITERBO – Sono 11465 le donne residenti a Viterbo, di età compresa tra 50 e 74 anni, che hanno già
Viterbo, il Presidente Mattarella all’Unitus e alla Basilica di Santa Rosa, martedì 26 febbraioLEGGI TUTTO
di REDAZIONE – VITERBO –  Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà a Viterbo, martedì 26 febbraio alle ore 11:00
Pescia Romana, iniziati i lavori di sistemazione di via delle Magnolie e Strada MagazziniLEGGI TUTTO
MONTALTO DI CASTRO ( Viterbo) – Continua la campagna #cantieriaperti: l’assessorato ai lavori pubblici ha avviato i lavori di rifacimento
Diciotti, Tiso (IC): “Salvini salvo, ora sarà il M5 Leghe?”LEGGI TUTTO
“Gli iscritti del Movimento 5 Stelle hanno votato contro l’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sul
Mons. Lino Fumagalli, 19 anni di EpiscopatoLEGGI TUTTO
VITERBO – Oggi 20 febbraio ricorrono i 19 anni della ordinazione episcopale del nostro Vescovo Lino Fumagalli che avvenne nell’anno 2000
Carnevale a Civita Castellana dal 24 febbraio al 5 marzoLEGGI TUTTO
CIVITA CASTELLANA (Viterbo) – Ormai entrato nelle mappe di tutti gli amanti dei carnevali e delle sfilate d’Italia, domenica 24 febbraio,
Tutela dell’ambiente e welfare aziendale, nuova intesa tra Conflavoro Pmi e Circolo Vela MareLEGGI TUTTO
Promuovere i vantaggi del welfare aziendale, tutelare l’ambiente ed educare allo sport. Nasce con questi ambiziosi presupposti la nuova partnership
L’Ail compie 50 anni di impegno solidaleLEGGI TUTTO
ROMA – L’Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma (AIL), punto di riferimento per la ricerca scientifica, l’assistenza ai
Tiburtina, Unindustria, Cgil, Cisl e Uil: “Quadrante strategico per una nuova politica industriale di Roma”LEGGI TUTTO
ROMA- Il Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello, il Segretario Generale CGIL di Roma e del Lazio Michele Azzola, il Segretario Generale