“1450. Il Giubileo di Santa Rosa”: sabato 10 settembre una Giornata di Studio

di FRANCESCA BRUTI –

VITERBO – Sabato 10 settembre, dalle 10 alle 17, si svolgerà una Giornata di studio sui temi legati al Giubileo di Santa Rosa, dal titolo 1450. Il giubileo di Santa Rosa, che vedrà la partecipazione di relatori internazionali. La mattina l’incontro si svolgerà a Palazzo dei Priori; il pomeriggio presso la Sala del Pellegrino del Monastero di S. Rosa.

Promotori dell’iniziativa il Centro Studi Santa Rosa da Viterbo Onlus e la consigliera comunale alle pari opportunità Daniela Bizzarri. Il Centro Studi sta portando avanti un’attenzione particolare per le fonti che si conservano nell’Archivio storico del monastero di Santa Rosa. L’occasione del Giubileo della Misericordia, indetto da papa Francesco, ha suggerito di approfondire questo tema con un approccio storico. In particolare, proprio attraverso la mostra “1450. Il giubileo di santa Rosa” si intende raccontare le vicende che condussero la città di Viterbo a chiedere insistentemente al pontefice di iscrivere Rosa nel Catalogo dei santi.

Daniela Bizzarri
Daniela Bizzarri

Questo mese di settembre ci vede dedicarci a Santa Rosa a tempo pieno – ha così esordito Daniela Bizzarri -, dopo il trasporto eccezionale, di cui ringrazio i facchini. Ma ringrazio anche per la collaborazione le Suore Alcantarine e il lavoro fatto da chi svolge l’attento studio degli archivi”.Grazie al protocollo d’intesa firmato nel2013, il Comune segue da tempo con attenzione il lavoro svolto dal Centro Studi.

Intervenendo alla conferenza, Suor Francesca, madre superiora delle Suore Alcantarine, ha sottolineato la grande affluenza avuta presso il monastero: “In questi ultimi giorni c’è stata molta affluenza per vistare il monastero e portare un saluto a Santa Rosa, visite da parte dei viterbesi e non e non voglio esagerare, ma domenica scorsa saranno passate circa 10mila persone. Santa Rosa ci continua ad illuminare. E la mostra che ospitiamo ne dà un vivo segno”.

Eleonora Rava, presidente del Centro Studi Santa Rosa da Viterbo, ha ringraziato Daniela Bizzarri per averla contattata a partecipare, gli assessore Barelli e Delli Iaconi ed il sindaco. Il Centro Studi ha iniziato fin da subito a collaborare con le Suore Alcantarine presso il Santuario di Santa Rosa.

Da sx, suor Francesca, Eleonora Rava e Filippo Sedda
Da sx, suor Francesca, Eleonora Rava e Filippo Sedda

Il segretario del Centro Studi Filippo Sedda ha illustrato la giornata, che sarà divisa in due momenti distinti, sia dal punto di vista logistico sia tematico. “Le tematiche della mattina sono soprattutto legate ai Giubilei e ai processi di canonizzazione attuati sulla figura di Santa Rosa” – spiega Sedda -. Interverranno esperti e storici. Insieme allo stesso Sedda, interverrà anche Attilio Bartoli Langeli, uno tra i più grandi paleografi. Sarà affrontata anche la figura di San Bonaventura da Bagnoregio, canonizzato qualche anno dopo Santa Rosa, di cui si occuperà Don Alfredo. Nel pomeriggio le tematiche si concentrano su Viterbo e il monastero di Santa Rosa, con l’illustrazione della cronaca di quel tempo.

Intervenuto alla conferenza, il presidente della fondazione Carivit Mario Brutti ha sottolineato l’importanza che ha oggi l’incidenza delle fonti

Daniela Bizzarri ha ricordato il ruolo delle suore di Santa Rosa: “E’ dispiaciuto molto a tutti quando sono andate via le suore di Santa Rosa, che erano un pezzo di storia. Però devo rivolgere un plauso alle Suore Alcantarine, perché fanno davvero un grande lavoro di promozione del santuario, dando vita ad attività che riguardano la foresteria e c’è una collaborazione attiva tra loro e il Comune di Viterbo. Ricordiamo che nel lontano 1450 c’era un’accesa diatriba tra le suore del santuario e il Comune, ma questo sarà illustrato ampiamente durante il convegno da Eleonora Rava. Cosa altrettanto importante è tutta l’attività che ruota intorno al santuario di Santa Rosa che dà la possibilità di offrire anche nuove opportunità di lavoro”.

Massimo Mecarini
Massimo Mecarini

Intervento anche del presidente del Sodalizio dei facchini Massimo Mecarini, che ha espresso l’onore di partecipare all’iniziativa: “Come sodalizio noi siamo felicissimi di partecipare a questa giornata di studi. È un dovere, oltre che un piacere e un onore. La riscoperta del culto verso la nostra Santa è qualcosa che va oltre Viterbo, ma interessa diverse parte del mondo. Quando le cose si fanno con il cuore riescono sempre bene”.

Da sx, Mario Brutti e Ferdinando Bastianini
Da sx, Mario Brutti e Ferdinando Bastianini

Il maestro Ferdinando Bastianini ha presentato il concerto che si svolgerà la sera di sabato 10 settembre, alle 21, presso la Chiesa di Santa Rosa. Il concerto, dal titolo “Tra note di preghiera. Un pellegrinaggio musicale lungo la via Francigena”, sarà appunto un omaggio fatto in musica alle vie della preghiera ed è stato organizzato in collaborazione con l’associazione Centro Studi Cesare Dobici. Bastianini si esibirà al pianoforte e Wanda Folliero al violino; interverrà anche la Corale San Giovanni diretta da Maria Loredana Serafini.

A presenziare la conferenza l’assessore Delli Iaconi e l’assessore Barelli. “Ho visitato la mostra al monastero – dice Barelli -. E’ molto importante il lavoro che fa il Centro Studi Santa Rosa che può dare la possibilità di riscoprire fatti e ricchezze storiche che altrimenti non verrebbero alla luce”.

“Faccio un plauso per l’alta qualità di questa giornata di studio – conclude Delli Iaconi, il quale ha ricordato come tra i documenti esposti alla mostra ci sia anche un verbale del consiglio comunale del 1450.

Altri eventi collaterali, oltre al concerto e la mostra, saranno una piccola cerimonia che si svolgerà alla fine del convegno all’interno del monastero ed, infine,  un momento di ristoro con un’apericena sotto la macchina di S. Rosa, il cui scopo sarà aiutare a portare dei piccoli contributi economici.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Palazzo dei Priori, Sala Regia

10:00 Interventi
Leonardo Michelini, sindaco
Antonio Delli Iaconi, assessore alla cultura
Daniela Bizzarri, consigliera alle pari opportunità

10:30 Agostino Paravicini Bagliani
I giubilei nella storia della Chiesa

Prima sessione
I giubilei quattrocenteschi e i nuovi santi francescani

Introduce e presiede Alessandra Bartolomei Romagnoli

11:00 Gábor Klaniczay
I processi di canonizzazione nel primo Quattrocento: dalla crisi alla ripresa della ‘fabbrica dei santi’

11:30 Letizia Pellegrini
1450: il processo di canonizzazione di Bernardino da Siena

12:00 Attilio Bartoli Langeli e Filippo Sedda
1456-57: il processo di canonizzazione di Rosa da Viterbo. Una iniziativa di Giovanni da Capestrano?

12:30 Alfredo Cento
1475-76: il processo di canonizzazione di Bonaventura da Bagnoregio

Monastero di Santa Rosa, Sala del Pellegrino

Seconda sessione
Viterbo e il monastero di Santa Rosa intorno al 1450

Introduce e presiede Angela Lanconelli

15:00 Anna Esposito
Viterbo nel Quattrocento

15:25 Eleonora Rava
La cronaca del 1450

15:50 Elena Giulia Espositi e Marco Espositi
La fabbrica di Santa Rosa

16:25 Massimo Giuseppe Bonelli
Tra suggestioni rinascimentali e persistenze tardo-gotiche: l’arrivo di Benozzo Gozzoli a Santa Rosa e la cultura figurativa viterbese della metà del Quattrocento

16:50 discussione generale

Iniziative collaterali

Sabato 10 settembre

ore 19:30 Apericena sotto la Macchina di S. Rosa

ore 21:00 Chiesa di Santa Rosa: Concerto Tra note di preghiera. Un pellegrinaggio musicale lungo la via Francigena, in collaborazione con l’Associazione Centro Studi Cesare Dobici
Wanda Folliero, violino
Ferdinando Bastianini, pianoforte
Corale San Giovanni diretta da Maria Loredana Serafini

Da giovedì 1 a sabato 10settembre

Chiostro di Santa Rosa
Mostra 1450. Il Giubileo di santa Rosa

Esposizione di codici, registri e documenti quattrocenteschi conservati nell’Archivio storico del monastero di Santa Rosa, relativi specialmente al processo di canonizzazione del 1457.

Info: Centro Studi Santa Rosa da Viterbo Onlus
c/o Caffé Letterario, via I. Garbini 59, I-01100 Viterbo
tel. 3343554964 – info@centrostudisantarosa.orgwww.centrostudisantarosa.org

Print Friendly, PDF & Email