2000 persone festeggiano la “prima” del Presepe Vivente di Tarquinia

Il Presepe Vivente di Tarquinia è ormai una realtà consolidata e forte, anche dal punto di vista organizzativo: tanto da resistere al brutto tempo, cheNatività nel pomeriggio ha dato tregua e permesso di mettere in scena una rappresentazione come sempre molto scenografica. Il tradizionale debutto di Santo Stefano ha visto riversarsi per i vicoli e le piazze del centro storico di Tarquinia circa 2.000 persone: ad accoglierli rabbini e centurioni, saltimbanchi e mercanti,

lebbrosi e popolani. Un crescendo d’atmosfera ed esibizioni, sino al culmine di piazza Soderini, cornice splendida per Il-sindaco-Mazzola-inaugura-il-Presepe-Viventeuna Natività di grande impatto spettacolare ed emotivo. Ed è già ora della replica: domenica 29 i figuranti torneranno ad indossare i panniSoldati-romani della Betlemme dell’anno zero, per consentire ai visitatori di vivere un vero e proprio salto nel passato. Alle 17 – e sino alle 19 e 30 – riapriranno i cancelli di una città dove rivivono mestieri antichi, tradizioni curiose e spettacolari, storie ed emozioni che ogni anno sorprendono un pubblico sempre crescente. L’organizzazione del Presepe Vivente 2013 è coordinata dalla Pro Loco Tarquinia, con la collaborazione del Comune e dell’Università Agraria di Tarquinia, del Comitato San Martino e dell’Associazione degli Anziani con l’Hobby del Modellismo.

   

Leave a Reply