23 maggio – Premiazione del concorso – progetto “Donare per donarsi”: alla scuola di Vignanello il primo posto

di ANNA MARIA STEFANINI-

VITERBO – Si è svolta il 23 maggio la premiazione del concorso progetto Donare per donarsi, alle ore 17,30, presso il teatro oratorio della parrocchia dei Santi Valentino a Ilario a Viterbo.
L’iniziativa, promossa dal tavolo del volontariato Donazione ed educazione alla salute della Asl di Viterbo, ha riscosso grande successo.

Oltre 1000 studenti e 14 istituti scolastici provenienti da tutta la Tuscia hanno partecipato all’iniziativa.
Il Plesso di Scuola Primaria dell’IC Falcone e Borsellino di Vignanello è risultato vincitore del PRIMO PREMIO con l’elaborato: “SEMI DI PACE”
(2,50 mt X 1,65).

Il Progetto è stato svolto con tutti i 160 alunni delle nove classi.

Si è sviluppato partendo dalla frase di Maria Montessori proposta dal Bando: “Seminate nei bambini buone idee, perché, anche se oggi non le comprendono, sapranno un giorno farle fiorire” , quindi IDEE/SEMI e da concetti/frasi di Papa Francesco “La pace è nella vita: non è solo l’assenza di guerra ma è vita ricca di senso, impostata e vissuta nella realizzazione personale e nella condivisione fraterna con gli altri”.

Ha previsto un percorso didattico interdisciplinare con: visione di video, attività espressive di scrittura, pittura e altre attività manipolative, utilizzando diverse tecniche, utilizzo di materiali poveri e di riciclo.

Come prodotto finale si è scelto di rielaborare l’opera “Guernica” di Pablo Picasso, che rappresenta tutta la drammaticità di un bombardamento sulla popolazione civile.
I semi sono stati utilizzati come metafora di rinascita e si è voluto enfatizzare nell’opera il simbolo di speranza, il fiore nella mano del soldato che va oltre la sua spada spezzata, nella speranza che tali “Semi di Pace” possano far nascere un futuro ricco di “Fiori di Pace”.

Un bellissimo progetto sulla Pace che ha visto protagonisti tutti: bambini, docenti, personale Ata, educatori e ragazzi del Servizio Civile.

Tutti gli alunni hanno ricevuto in dono una chiavetta USB.

Hanno collaborato alla relizzazione del concorso: Admo, Aido, Avis e Associazione malati di reni, il Rotary club Bolsena e ducato di Castro, nella persona del presidente Eugenio Cesarini, che ha donato un gadjet consegnato a tutti i partecipanti, don Emanuele Germani, che ha messo a disposizione il teatro della parrocchia dei santi Valentino e Ilario, dove si è svolta l’edizione 2024 del premio e il Miur, in particolare la professoressa Angela Proietti.

Presenti alla premiazione, fra gli altri, la dirigente scolastica dell’istituto di Vignanello Emilia Conti,
Paola Massarelli e Luca Poleggi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE