Università Unimarconi

A Montefiascone festival Panorami

MONTEFIASCONE (Viterbo)- SABATO 6 LUGLIO.  Ore 20 piazzale Frigo.  Fotografia, ANDREA BURLA presenta `Dall`alba al tramonto`. Andrea Burla vive a Montefiascone, appassionato di fotografia da viaggio e paesaggio, nelle sue sintesi di immagini descrive, e cerca di rappresentare, l`ambiente di `lavoro` nel quale è immerso il fotografo paesaggista. `Narrare e descrivere un luogo attraverso immagini è sempre alla base dei miei progetti: porsi di fronte a uno scenario naturale significa fermarsi, rallentare e concentrarsi sull`essenza del luogo, percepirne le sensazioni e trasferirle nelle immagini`.

Ore 21 piazzale Frigo

GIOVANNI GRASSO presenta `L`amore non lo vede nessuno` (Rizzoli)

Federica, donna dal fascino magnetico e senza scrupoli, muore misteriosamente in un incidente d`auto. Sua sorella Silvia, l`opposto in tutto e per tutto, è tormentata dal dubbio che dietro la sua morte ci sia qualcosa, ossessionata dalle parole `minaccia` e `ricatto` pronunciate da Federica nella loro ultima telefonata. Quando al funerale intravede un uomo sospetto, decide di indagare. Silvia stringe così un patto con lui.

Grasso è consigliere del Presidente della Repubblica per la stampa e la comunicazione.

Ore 21 Belvedere

FILIPPO CECCARELLI presenta `B. Una vita troppo` (Feltrinelli)

Cavaliere, imprenditore, cantante, presidente (di Mediaset, del Milan e del Consiglio), politico, attore, intrattenitore, mito, male assoluto, anticomunista, comunicatore, fondatore, inventore del centrodestra, indagato, condannato, prescritto, perseguitato dalla magistratura, barzellettiere, il più ricco d`Italia, editore. Berlusconi è stato tutto in una vita più grande di ogni opera di finzione, Ceccarelli è l`unico che poteva raccontare la sua storia.

Ore 21 Rocca

RICCARDO ROSSI presenta `La playlist più bella del mondo`. Con Leonardo Colombati

«È la canzone più bella del mondo!». Quante volte Leonardo e Riccardo se lo sono detto ascoltando alcuni dei loro artisti preferiti. La verità è che la canzone più bella del mondo non esiste, ovvero esiste in quel momento particolare, con quella disposizione d`animo. Perché la tanto vituperata musica pop ha questo di unico: può farci viaggiare nel tempo e nello spazio in tre minuti. Ecco perché ogni playlist è la più bella del mondo, se ogni suo pezzo è il gancio con cui tirar su un ricordo, una storia, un`emozione.

Ore 22 piazzale Frigo

ALESSANDRO TROCINO presenta `Scerbanenco a Milano` (Paesi edizioni)

Giorgio Scerbanenco è il padre del noir italiano. Ha attraversato il Novecento in una parabola letteraria passando attraverso molti generi per approdare, a fine anni Sessanta, alla quadrilogia nera con protagonista Duca Lamberti. Mai, prima di Scerbanenco, si erano raccontate così bene le avvisaglie di una Milano da bere, edonistica, soffocata dalla droga e dalla spirale della violenza. Insomma, l`altra faccia del boom economico italiano.

Ore 22 Belvedere

MARCO MANCINI presenta `Le regole del gioco` (Rizzoli)

Lo sguardo del terrorista incrociato a pochi metri dall`ambasciata italiana a Beirut, mentre stava cercando il punto per piazzare 400 chili di esplosivo. O il contrasto ai servizi segreti russi che tentavano di penetrare l`Italia. Azioni di `controspionaggio offensivo`, metodo dell`agente segreto Marco Mancini che lo ha utilizzato per molti anni, partecipando a operazioni cruciali per la sicurezza del nostro Paese, come elemento dello spionaggio e del controspionaggio.

Ore 22 Rocca

CHIARA CIVELLO `Naturalmente sofisticata, globale e italiana`. Parole e note

A `Panorami` la musica di Chiara Civello, cantautrice polistrumentista romana impegnata tra Italia, Stati Uniti e Brasile. Né pop, né jazz, lontana dalle classificazioni musicali, sei dischi all`attivo e più che mai aperta sul mondo. La sua musica? Naturalmente sofisticata, globale e italiana. A Boston e New York entra in contatto con Burt Bacharach e Tony Bennett, che la definirà `la miglior cantante jazz della sua generazione`; in Brasile collabora con artisti del calibro di Chico Buarque, Maria Gadù, Gilberto Gil, Daniel Jobim. Oggi parla e canta in inglese, italiano, portoghese, spagnolo e francese.

Ore 23 piazzale Frigo

MASSIMILIANO SMERIGLIO presenta `Mio padre non mi ha insegnato niente` (Fuoriscena)

«Avrei voluto fargli male. Ucciderli magari. Padre e madre. A un certo punto, stremato, ho semplicemente smesso di pensarli. Da vivi e da morti. Non faceva una grande differenza». Se arriva, quel momento è una benedizione. Ricacciati indietro al nastro di partenza, lì dove i destini sembrano già scritti, possiamo ripercorrere la nostra storia e nelle maglie della trama della vita rivivere gli episodi che l`hanno resa unica e irripetibile.

Ore 23 Belvedere

MASSIMILIANO GIANNANTONI presenta `Le donne delle stragi` (Chiarelettere)

Tra il 1992 e il 1993 una serie di attentati mafiosi, dalla strage di via Palestro a quella di Capaci, segnò la storia del nostro paese. Le indagini permisero di risalire agli esecutori materiali di questi delitti e le sentenze ne sancirono la condanna, ma tante sono le domande rimaste senza risposta, come sull`identità dei mandanti. Il giornalista Giannantoni e il criminologo Federico Carbone tirano le fila di un`inchiesta con documenti inediti, tracciano profili e storie di alcune donne che svolsero un ruolo decisivo.

DOMENICA 7 LUGLIO

Ore 20 piazzale Frigo

ROBERTO ARDITTI presenta `Rompere l`assedio` (Paesi edizioni)

Che cos`hanno in comune i figli, la politica e le armi? Insieme, rappresentano le sfide che abbiamo davanti. Ma abbiamo consapevolezza della loro complessità? Conosciamo le forze che stanno cambiando lo scenario internazionale? Si prefigura un secolo assai diverso da quello immaginato: questo libro guarda con occhi italiani (quindi europei, occidentali e `democratici`) al divenire della scena internazionale. Per agganciare il futuro, per non farci trovare impreparati.

Ore 20 Belvedere

OSCAR COSULICH e ROBERTO GENOVESI con le `150 Canzoni per sentirsi vivi`

Due amici, autori e colleghi, ricordano gli anni insieme a Ernesto Assante, tra i maggiori critici musicali italiani scomparso lo scorso febbraio. Lasciando un libro – `Verso le stelle` (Rai Libri) – tutto da ascoltare. «Questo è un libro che non ha un vero e proprio inizio e non ha, quindi, neanche una fine. Perché si tratta di una sorta di grande playlist, composta da 150 canzoni che possono, in qualche caso devono, far parte della vostra esistenza. 150 canzoni sono poche stelle brillanti nell`infinito musicale, ma perse nel cosmo di quello che meriterebbe di essere ascoltato`.

Ore 21 piazzale Frigo

ALESSANDRO CASSIERI presenta `Tra Russia e Ucraina` (Rai Libri)

Diario del conflitto dalle origini a oggi. Un viaggio compiuto in oltre trent`anni sull`asse Mosca-Kiev in un libro-reportage che riparte dal 1991, anno dell`indipendenza dell`Ucraina dall`Urss. In un intenso racconto in prima persona, Cassieri attraversa più volte un confine di anno in anno sempre più armato, spingendosi in Ossezia e Georgia, Crimea e Donbass, Kirghizistan e Afghanistan, fino in America e in Cina.

Ore 21 Belvedere

VERONICA RAIMO presenta `La vita è breve, eccetera` (Einaudi)

Dopo aver pubblicato nel 2022 `Niente di vero`, romanzo che si aggiudica il Premio Strega Giovani, Veronica Raimo – che traduce dall`inglese per diverse case editrici autori come F. Scott Fitzgerald e Ray Bradbury – ha scritto nel 2023 `La vita è breve, eccetera`. Undici racconti irriverenti, comici e amari insieme, in cui le relazioni sono piene di spigoli in una scrittura graffiante e sensuale. E in cui le donne sanno prendersi molto sul serio o molto in giro, perché in fondo la vita è breve, eccetera.

Ore 21 Rocca

CECILIA SALA presenta `L`incendio` (Mondadori)

Cecilia Sala, giornalista del Foglio e autrice e voce del podcast Stories – di Chora News -, è la prima inviata podcaster in aree di crisi. Ha seguito sul campo la crisi in Venezuela, le proteste in Cile, l`Iran, la caduta di Kabul nelle mani dei talebani e la guerra in Ucraina. Dialoga sui complessi scenari internazionali, tra conflitti e terrorismi, che stanno investendo aree dell`Europa e del Medioriente tornate così vicine a noi. `L`incendio`, reportage su una generazione tra Iran, Ucraina e Afghanistan, è il suo ultimo libro.

Ore 22 piazzale Frigo

MIRELLA SERRI presenta `Uomini contro` (Longanesi)

La lunga marcia dell`antifemminismo in Italia. In questo attualissimo saggio Serri rivela la lunga guerra della Destra contro le donne, spoglia la Sinistra dei suoi camuffamenti egualitari e dimostra che la lunga marcia dell`antifemminismo in questi anni non si è mai fermata. Un cammino inesorabile che è arrivato fino ai giorni nostri, orientando e condizionando, più prepotente che mai.

Ore 22 Belvedere

VITTORIO EMANUELE PARSI presenta `Madre Patria` (Bompiani)

Un`idea per una nazione di orfani. Il politologo e docente universitario illustra, attraverso la sua approfondita analisi, le riflessioni utili e necessarie per rimettere al centro il valore della Patria: un concetto nato non per dividere ma per unire. Soprattutto all`indomani delle ultime elezioni europee. Il termine Patria finisce spesso per essere impiegato nell`accezione opposta al suo originario significato, ancor di più nello scenario internazionale.

Ore 22,30 Rocca

Spettacolo musicale `A DAY IN THE LIFE`

Leonardo Colombati, Pierluigi De Palma e Fabrizio Lucherini raccontano il big bang del rock`n`roll, quando un ragazzo del Mississippi col ciuffo impomatato e una chitarra sconvolse il pianeta muovendo i fianchi in diretta tv. Per arrivare fino a Bob Dylan, John Lennon e Bruce Springsteen. Un viaggio tra parole, immagini e suoni per ricordare eventi e protagonisti degli anni in cui la musica pop toccò insuperabili vette creative.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE