A Vetralla la festa di “Giovani e Colori”

VETRALLA ( Viterbo) – Vetralla si colora di sorrisi ed emozioni. Un lungo serpentone di giovani, armati di gessetti colorati e striscioni, per scrivere e disegnare la loro idea di un mondo migliore. Più di cinquecento alunni provenienti dagli istituti comprensivi di: Bassano Romano, Piazza Marconi di Vetralla, Andrea ScriaBoli di Vetralla, Blera, Villa San Giovanni in Tuscia e Aldo Moro di Sutri e Monterosi,

si sono dati appuntamento in Piazza della Rocca a Vetralla per partecipare a “Giovani e Colori”.
L’evento è inserito nel progeBo l’Avamposto, promosso dal DistreBo Sociosanitario VT4 e realizzato
dall’Associazione Juppiter coinvolge tu8 i 13 Comuni dell’area. Un’iniziativa, strutturata su 4 azioni,
rivolta a tutti i ragazzi diversamente abili del distreBo, ma anche agli anziani, ai ragazzi delle scuole
e agli adolescenti. Un’avventura che parte da Vetralla e che si sposterà in tutti i comuni del distretto
per continuare a coinvolgere i giovani e fare festa.
Tema centrale della giornata la legalità e l’inclusione che i ragazzi hanno provato a spiegare disegnando i propri pensieri su dei grandi striscioni colorati; Juppiter ne ha premiati due, quelli realizzati dalla 3a C dell’Istituto Comprensivo Piazza Marconi di Vetralla e la 1a A dell’Istituto Comprensivo Andrea ScriaBoli di Villa San Giovanni in Tuscia. Alla scuola è stato simbolicamente regalato un albero d’ulivo di cui i ragazzi si prenderanno cura. Divisi in gruppi per età, tra scuola primaria e secondaria, hanno portato i propri sogni anche in giro per le strade di Vetralla, scrivendo
a terra con gessetti colorati: un gioco, ma anche uno stimolo a esprimere se stessi.
Una ma8nata piena di emozioni scivolata via tra musica, momenti di riflessione e intrattenimento, con le coreografie delle ragazze di Juppiter Sport e i contributi dei “ragazzi speciali” dell’associazione.
Ma anche la presentazione del progetto “Destinazione Capo Nord”. Attraversando il cuore dell’Europa, una Carovana di adolescenti, ragazzi disabili, educatori e giovani talenti, in viaggio dal
19 al 30 giugno, raggiungeranno un luogo leggendario, Capo Nord.
All’iniziativa ha partecipato il consigliere regionale, presidente della commissione regionale ambiente e agricoltura, Giulio Menegali Zelli Iacobuzi, alcuni dei sindaci e rappresentanti dei 13 Comuni del Distretto Sociosanitario VT4: Sandrino Aquilani sindaco di Vetralla, Fabio Latini, sindaco
di Villa San Giovanni in Tuscia, Nicola Mazzarella, sindaco di Blera, Emanuele Maggi, sindaco di Bassano Romano, Alberta Plati, assessore di Monterosi e Matteo Amori, sindaco di Sutri. Presenti
le dirigenti scolastiche: Deborah Puntel, I.C. Andrea ScriaBoli di Vetralla e Roberto Santoni, I.C.
Piazza Marconi di Vetralla, e la fiduciaria dell’, I.C. Aldo Moro di Sutri, Maria Luigia Casoria.
“Oggi abbiamo vinto tutti: ha vinto la scuola, gli insegnanti e i ragazzi speciali di Juppiter Ha detto il consigliere Zelli . Grazie a tutti, grazie a Juppiter, sono contento che abbiamo portato in piazza a Vetralla i temi importanti della legalità, della pace e della giustizia”.

Il sindaco di Vetralla, Sandrino Aquilani, si è rivolto ai ragazzi dicendo: “Mi vengono in mente due mo8: se sembra possibile si può fare. La festa con7nua, fatela con7nuare nel vostro cuore. Vetralla
è orgogliosa di questa partenza, ci vedremo nelle altre piazze del distretto”.
Un modo anche per il sindaco di Villa San Giovanni In Tuscia, Fabio La7ni: “Viva l’inclusione! Rendiamo effe8va l’inclusione, attraverso la pace e la legalità”. Nicola Mazzarella, sindaco di Blera ha poi aggiunto: “Tutti noi sogniamo un futuro dove non ci sia la guerra, in cui tutti i bambini possono ballare e giocare come oggi”.
“Oggi abbiamo sottolineato l’importanza della Carta cos7tuzionale italiana che ripudia la guerra in tutte le sue forme ha detto il sindaco di Bassano Romano, Emanuele Maggi . Grazie per infondere i valori della pace ai ragazzi”. All’emozione dei giovani si è riferita Alberta Platto, assessore ai sevizi social del comune di Monterosi: “Dobbiamo imparare dai ragazzi l’entusiasmo, loro sono il nostro esempio”. Ed infine il messaggio di Matteo Amori, sindaco di Sutri: “Abba8amo tutte le barriere: architettoniche, morali e comportamentali con feste come questa”.
“Da sempre il cuore pulsante di Juppiter sono gli adolescen7, i ragazzi ha detto il presidente
dell’Associazione Juppiter, Salvatore Regoli Ci occupiamo di ragazzi perché sono una risorsa, non
un problema. Grazie alle loro qualità hanno la capacità di raddrizzare questo mondo storto, basta
accoglierli e insieme col7vare i loro talen7. Abbiamo il compito di alimentare le passioni dei giovani
mettendoli insieme, con impegno, sacrificio e responsabilità”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE