A Viterbo celebrata con l’Ucsi la festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti

di WANDA CHERUBINI –

VITERBO – Giornalismo della pace, che non significa buonista, ma ostile alla falsità. Di questo ed altro si è disquisito questa mattina, presso la sala assemblee della Fondazione Carivit, nel corso dell’evento organizzato dall’Ucsi (Unione cattolica stampa italiana) per la festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. L’incontro si è aperto con i saluti di Lia Saraca, presidente Ucsi Viterbo e l’intervento del Vescovo Lino Fumagalli, che ha incentrato il discorso sul messaggio di Papa Francesco in occasione della Giornata mondiale per le comunicazioni sociali 2018. “La chiesa-  ha riferito il Vescovo – non è una società come le altre, ma è composta da un elemento visibile con tutte le incoerenze e da un elemento spirituale. L’aspetto umano fallibile, peccatore della  chiesa deve aiutarci e rimbalzarci a comprendere lo spirito della chiesa che è la comunione degli uomini tra di loro.  L’elemento sensibile deve richiamare quello spirituale.  Ogni volta che ci apprestiamo a servire la chiesa non dobbiamo dimenticare la profonda analogia col Verbo incarnato. La professione del giornalista è una vera missione, un apostolato al servizio del bene comune. La comunicazione  rispetto al contenuto  deve essere verace, integra, onesta e conveniente sia nelle ricerche delle notizie che nella loro divulgazione. Come vivere oggi questa missione? Come influenzare positivamente il corpo variegato delle comunicazioni sociali?”. Il Vescovo Lino ha poi posto l’accento sul modus operandi della comunicazione per il quale  ad esempio siamo a conoscenza di alcuni conflitti dove ci sono forti interessi  economici e non di altri perché non interessano nessuno.  Fare il giornalista cattolico dovrebbe dare più spazio a ciò che accade anche se economicamente non è proficuo. Potrebbe essere un impegno dare voce a chi non lo ha sui mezzi di comunicazione ordinaria. Uno dei temi che il Papa

Saverio Simonelli

presenta nel suo messaggio è che siamo membri  gli uni degli altri. L’era digitale è uno strumento positivo per promuovere la conoscenza delle persone, per stimolare una solidarietà tra tutti. La parola che caratterizza ciò è la rete, che porta con sé enormi rischi come la manipolazione e la distorsione  e l’uso dei propri dati personali. Il Papa  cita il cyberbullismo e tenta un superamento della rete: Francesco parla di comunità, di formare una rete solidale in cui ciascuno si sente parte del tutto. Tutto ciò richiede ascolto, dialogo  e responsabilità”.

A seguire,  la sottoscritta ha commentato la preghiera del giornalista, dopo aver ricordato la riflessione di Papa Francesco sul concetto di verità e del delicato compito del giornalista, che non svolge un semplice mestiere, ma una missione. Da qui la necessità di dare un’informazione corretta, avulsa da falsità e che tenga sempre conto di come al centro della notizia vi siano le persone. Quindi un giornalismo fatto da persone per le persone.

Si è, quindi, passati al dibattito con Saverio Simonelli, presidente Ucsi Lazio e Rosario Carello, giornalista Rai Tgr Lazio, che ha dialogato con Gianni Tassi, fiduciario di Stampa Romana Viterbo insieme a Federico Usai e Pierluigi Vito sul tema “Dalla Community alla comunità: una sfida per la comunicazione”. Alle 12,30 si è ricordato il giornalista Gianfranco Faperdue con il sindaco Giovanni Arena, che ha consegnato una targa commemorativa al fratello Giovanni.  I lavori si sono conclusi con l’intervento di Luca Antonelli, social media manager, che  ha trattato il tema “Ucsi Viterbo social”.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
“Speranze nuove per il futuro dei giovani”, al via l’anno accademico all’Università Europea di RomaLEGGI TUTTO
ROMA – “Vorremmo far fiorire speranze nella vita di tanti giovani. Aiutarli a intrecciare giuste relazioni, imparare a dialogare e
Casting per il nuovo film di Giovanni Maderna, Mancini: “Bene il coinvolgimento della nostra città”LEGGI TUTTO
VITERBO – “Si cerca a Viterbo il giovane protagonista per il nuovo film di Giovanni Maderna. Mi fa molto piacere
A Cellere è il giorno dell’addio ad Andrea Paoletti, il 22enne deceduto in un incidente stradaleLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – CELLERE ( Viterbo) – Il chiarore di una timida alba ha sfiorato per l’ultima volta il
A Vitorchiano riprende la raccolta a domicilio degli sfalci d’erbaLEGGI TUTTO
VITORCHIANO ( Viterbo) – Anche per l’anno 2019 il Comune di Vitorchiano ha attivato il servizio di raccolta del verde
Meteo, le previsioni per domani 20 febbraioLEGGI TUTTO
VITERBO – Nuvolosità diffusa al mattino, ma con tempo stabile; nubi irregolari in transito nel corso delle ore pomeridiane. Cieli
“M’illumino di meno”, i Ridillo in concerto al buio al Teatro Boni. Sabato 23 febbraioLEGGI TUTTO
ACQUAPENDENTE ( Viterbo) – Anche quest’anno il Teatro Boni di Acquapendente conferma il suo appuntamento con “M’illumino di meno”, la
A Carbognano una pubblica illuminazione nuova, efficiente e sostenibileLEGGI TUTTO
CARBOGNANO ( Viterbo) – Verranno riqualificati 452 corpi illuminanti (su un totale di 468) con tecnologia a led, di cui
Viterbo, al via il 2° Torneo di baseball indoor “Claudio Vaglio”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 febbraio è iniziato il 2° Torneo di baseball indoor dedicato alla memoria dello scomparso giocatore e
Al via la ristrutturazione del padiglione dei loculi del cimitero di VetrallaLEGGI TUTTO
VETRALLA ( Viterbo) – Come preventivato nel programma lavori pubblici, sono in corso i lavori di rifacimento tetto loculi di
Volley Under 18, la Vbc blu a Civitavecchia per la semifinale di andataLEGGI TUTTO
VITERBO – La Vbc blu Under 18 oggi in campo a Civitavecchia per la semifinale di andata del campionato provinciale.