A Viterbo celebrata una messa in ricordo di don Carlo Gnocchi, patrono degli Alpini

VITERBO – Commovente e partecipata la cerimonia che il Gruppo Alpini Viterbo, sezione di Roma, guidato dal capogruppo Franco Barillà, ha voluto in memoria di don Carlo Gnocchi, nel 63° anniversario dalla sua scomparsa, unito alle preghiere per gli alpini “andati avanti”.

Un’accoglienza calorosa per il vescovo Lino Fumagalli, entrato nella chiesa di Villanova già gremita di fedeli e tante penne alpine. In prima fila Valentino Di Franco, il reduce sopravvissuto al fronte russo, insieme al beato Gnocchi, e che il vescovo di Viterbo ha conosciuto a Monterotondo e salutato prima della messa. Sull’altare la reliquia di primo grado di don Carlo Gnocchi, eccezionalmente consegnata al gruppo viterbese dalla Fondazione Gnocchi, realtà rappresentata nella cerimonia di domenica dal direttore dei Centri romani, Giampaolo Pierini.

In prima fila il sindaco Arena, il vice sindaco Contardo, il sindaco di Soriano nel Cimino, Fabio Menicacci e l’assessore Giacomo Andreocci, in rappresentanza del Comune di Vignanello; presenti anche i consiglieri Sberna e Marini. Schierati con i loro labari i rappresentanti della associazioni combattentistiche, il Sodalizio Facchini di Santa Rosa, con il presidente Mecarini, e una nutrita delegazione di Gruppi Alpini, provenienti da Androdoco, Accumuli, Macerata, Firenze, Camerino, Latina scalo, Borgo Montello, Aprilia, Mainarde, Castelli Romani e, ovviamente, Viterbo, e le sezioni Roma, Latina e Marche. Tra i banchi anche rapresentanze delle Scuole militari e caserme viterbesi, e numerosi allievi in divisa.

Coerenza è stata la parola simbolo scelta dal vescovo Fumagalli, quella di don Carlo verso la sua fede e la sua misericordia, che i fedeli hanno potuto e possono ancora riconoscere e condividere. “La sua coerenza fu sempre tra fede e vita, tra opera ecclesiastica e aiuto ai mutilati – ha spiegato il vescovo durante l’omelia -. È stata la sua coerenza ad attrarre tanti fedeli, ora chiediamo a don Gnocchi di sostenerci nelle nostre scelte”.

La celebrazione è stata allietata dal coro Francesco Suriano, diretto dal maestro Alessio Pacchiarotti, e dal Coro Ana Bigi del Gruppo Alpini Viterbo.

Al termine, la lettura della preghiera dell’Alpino, e il saluto del capogruppo Barillà, che ha ringraziato il vescovo Fumagalli e il parroco don Emanuele Germani per la disponibilità, le autorità civili e militari, le associazioni, le tantissime penne nere, e ricordato la grande opera di don Gnocchi ha aggiunto: “Ho appena visitato il centro romano, dove ho potuto notare con quanto amore, pazienza e serenità vengono seguiti i pazienti. Questo è lo spirito che speriamo di aver portato qui, in questa celebrazione. Grazie a tutti, a chi ha lavorato per questa giornata, alla banda, ai cori. Grazie di cuore alla fondazione Gnocchi per il prezioso dono della reliquia del beato, che per noi è già santo. Grazie al coraggio di tanti alpini, che dalla Russia non sono tornati, grazie a Valentino Di Franco per la tua preziosa presenza, avrà modo di raccontarci tanto, e un pensiero speciale ai nostri alpini andati avanti e ai familiari qui presenti”.

La cerimonia si è conclusa con un breve concerto della Banda di Soriano nel Cimino, sulla scalinata della chiesa, con l’esecuzione dell’inno degli Alpini e quello di Mameli.

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Porta della Verità, una realtà controcorrenteLEGGI TUTTO
VITERBO- Riceviamo da Luca Della Rocca e pubblichiamo: ” A Viterbo solo centri commerciali, I piccoli negozi chiudono con sempre più
Anche gli studenti del “Di Vittorio” partecipano alla giornata in ricordo delle vittime delle mafieLEGGI TUTTO
LADISPOLI (Roma) – Favorire una solida educazione al senso civico, promuovere la cultura della legalità, insegnare il valore profondo del
Gallese celebra la Giornata internazionale della DonnaLEGGI TUTTO
GALLESE (Viterbo) –  Proseguono gli eventi dedicati alla donna nel comune della Tuscia. Il Comune di Gallese, Assessorato alla Cultura,
Matteo Cianchelli torna da Gubbio con il titolo di Campione Italiano Studentesco 2019 di Corsa Campestre Allievi Dir.LEGGI TUTTO
GUBBIO- Ci si attendeva da Matteo Cianchelli una bella prova nei Campionati Italiani Studenteschi di Corsa Campestre, che si sono
Il 24 marzo la Motobenedizione 2019 in piazza San LorenzoLEGGI TUTTO
VITERBO- Dopo il successo degli  anni scorsi , torna anche quest’ anno la Motobenedizione , giunta alla sesta edizione.Ufficiata da
Il pizzaiolo napoletano Ciro Ascione volerà in RussiaLEGGI TUTTO
Il prossimo settembre il pizzaiolo napoletano Ciro Ascione , volerà in Russia esattamente a San Pietroburgo per insegnare presso la
Applicazione della legge regionale sulla rigenerazione urbana e sul recupero edilizio, l’approvazione in consiglio comunaleLEGGI TUTTO
VITERBO – “Ieri abbiamo approvato in consiglio comunale un provvedimento molto atteso. Una delibera che si riallaccia alla legge regionale
All’Unitus il concerto del pianista Walter Fischetti, sabato 23 marzoLEGGI TUTTO
VITERBO – Il Concerto di sabato 23 marzo, ore 18.00 all’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo (Auditorium di S. Maria in
Inaugurati i “Boschi E.on” per la città di PomeziaLEGGI TUTTO
POMEZIA – Nella ricorrenza della Giornata internazionale delle foreste, si è svolta questa mattina presso la Sala Consiliare del Comune di Pomezia
Eutanasia, l’associazione Luca Coscioni in piazza dal 22 al 24 marzo in 45 città italianeLEGGI TUTTO
Associazione Luca Coscioni dal 22 al 24 marzo sarà presente con 93 tavoli in 45 città per la campagna di