A Viterbo il consiglio comunale sulla sicurezza

di REDAZIONE-

VITERBO- Si è svolto ieri pomeriggio, in seduta straordinaria, il Consiglio comunale per trattare l’argomento “Sicurezza in città”. La seduta è stata convocata a seguito di richiesta presentata dai consiglieri comunali Allegrini, Sberna, Achilli, Ciambella, A. Micci, Amodio, E. Micci e Bruzziches. Ne dà comunicazione il presidente del Consiglio comunale Marco Ciorba. Il Consiglio Comunale straordinario di Viterbo ha sollevato preoccupazioni sulla capacità del comune di garantire la sicurezza dei cittadini durante la notte. Laura Allegrini, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha sottolineato le lacune nelle competenze del sindaco riguardo a questioni specifiche, come l’imbrattamento dei monumenti, precedentemente gestito solo dal questore.

Allegrini ha portato all’attenzione del consiglio situazioni problematiche, come il bivacco notturno nell’ingresso laterale del Gonfalone, evidenziando la mancanza di interventi efficaci da parte del comune. Le preoccupazioni della FdI riguardano anche l’ordinanza antibivacco e altri progetti in corso di realizzazione, su cui si chiedono chiarimenti all’amministrazione Frontini.

Le tensioni sono salite durante il dibattito, con l’accusa da parte di alcuni membri del consiglio che la maggioranza potrebbe non affrontare seriamente il tema della sicurezza urbana. Antonella Sberna (Fdi) ha criticato la mancanza di risposte concrete da parte della sindaca, sottolineando la necessità di rassicurare i cittadini sulla situazione attuale.

La sindaca Frontini ha risposto evidenziando una presunta interpretazione errata del tema del consiglio, sottolineando che la relazione parlava di emergenze e fatti accaduti, non solo di sicurezza urbana. Ha presentato dati sulla diminuzione dei reati nel 2023, affermando che la sicurezza è una priorità e che sono in corso controlli più rigorosi, specialmente da parte della polizia locale.

Il centrodestra ha tuttavia espresso la necessità di conoscere le azioni specifiche che l’amministrazione intende intraprendere, andando oltre le statistiche delle forze dell’ordine. La discussione ha toccato anche la questione del degrado urbano, con critiche alla città sporca e degradata, che alimenta un sentimento generale di insicurezza.

Il consiglio si è concluso con l’ordine del giorno presentato sia dal centrodestra che dalla maggioranza, rinviati alla prossima seduta. La questione della sicurezza urbana rimane al centro del dibattito politico locale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE