Acqua termale, Bullicame nella norma, passa la subconcessione a Gestervit

di REDAZIONE-

VITERBO- In quarta commissione si è fatto ieri il punto della situazione sulle acque termali di Viterbo con l’assessore comunale al termalismo, Claudio Ubertini. Si è partiti dal Bullicame, dove l’assessore ha detto che il livello dell’acqua è nella norma, anche se, come indicato dal dirigente al settore termale, Eugenio Monaco, in estate è normale che il livello scenda un po’. Per le ex terme Inps, in stato di abbandono da decenni, si attende la chiusura del pozzo delle Zitelle e l’apertura del pozzo Sant’Albino per capire la quantità di acqua termale a disposizione per procedere poi con la gara per la gestione dell’impianto. Per il momento il pozzo Gigliola eroga 7,5 litri secondo. Nel corso della commissione è passata all’unanimità la pratica per la subconcessione a Gestervit, che gestisce il Salus terme,  per l’uso di sei litri al secondo, provenienti dal pozzo Sant’Albino. Si tratta di una convenzione sperimentale, della durata di 2 anni al fine di valutare se lo sfruttamento della risorsa idrica possa incidere sul Bullicame oppure no.

Print Friendly, PDF & Email