Acquapendente, approvato il bilancio di previsione

palazzo-comunaleCon il voto favorevole della maggioranza di centrosinistra e quello contrario della minoranza di centrodestra è stato approvato dal Consiglio Comunale di Acquapendente il bilancio di previsione. “Il documento”, sottolineano a poche ore dall’approvazione i consiglieri di minoranza Aldo Bedini, Franco Ferri, Sergio Iacoponi, Alessandro Brenci, “era stato portato all’attenzione della Commissione Consiliare solamente la sera precedente.

Onestamente ci è sembrata da subito più che una previsione un vero e proprio consuntivo. Per far quadrare il quale la Giunta ha proposto l’aumento dell’IMU sulla seconda casa del 9 per mille al 10,40 per mille, con decorrenza 1 Gennaio 2013, per un complessivo importo della modifica cifra di € 170.000. Noi abbiamo richiesto un atto di coraggio, in un momento molto difficile della nostra economia, per dare un segnale positivo. In sintesi:

1) Eliminare dal bilancio l’accantonamento di € 90.000 destinati ad un eventuale possibile pagamento della quota dei derivati, conseguenti ad una infelice operazione bancaria in precedenza fatta dall’Amministrazione, contro la quale è stata attivata, su nostra azione, un contenzioso legale. In quanto, forti della giurisprudenza già maturata, detti oneri erano da considerare una vera e propria truffa;

2) Applicazione di una quota di € 100.000 dell’avanzo di amministrazione degli anni passati (che ammonta alla non indifferente somma di circa € 600.000) per far fronte ai costi della nostra proposta;

3) Impegno sostanziale a riesaminare per l’anno 2014 i seguenti costi per i servizi pubblici, atteso che il Comune di Acquapendente non può più far fronte ad un impegno così ingente per garantire la sopravvivenza di Cooperative, preferendo invece affidare i servizi a privati ricercando nella gestione della Riserva Naturale un minimo di redditività, essendo ad oggi i casali quasi tutti chiusi, servizi non affidati ed appalti non espletati:

SERVIZI ENTRATA 2013 SPESA 2013-11-07

Assistenza Anziani 23.000 27.752; Scuola di Musica 16.000 26.421; Impianti sportivi 13.200; Museo del Fiore 78.209; Museo Civico Diocesano 30.300; Trasporti Scolastici 13.000 138.977; Mense Scolastiche 40.200 79.000; Trasporto urbano 8.208 Teatri 37.855; Distribuzione acqua pubblica 11.450. TOTALE 103.650 451.372

La nostra proposta, a fronte della quale doveva esserci un pizzico di coraggio contabile-amministrativo era di stanziate la somma di € 200.000 per sistemare in maniera decente tutte le strade di Acquapendente e delle Frazioni. La risposta della Giunta è stata la seguente: riconosciamo la validità della proposta ma riteniamo che il bilancio debba essere approvato così come è stato presentato, rinviando ad una successiva data un eventuale esame della proposta di minoranza. Non vogliamo fare ulteriori commenti, lasciando ai cittadini di fare ciascuno le proprie riflessioni, ponendo in modo particolare in evidenza la nostra disponibilità a votare il bilancio (cosa mai avvenuta in passato) per realizzare proposte riconosciute valide dalla stessa maggioranza. Evidentemente questo non basta, in quanto si preferisce che la minoranza voti contro. Ad ognuno le proprie considerazioni”.

   

Leave a Reply