Università Unimarconi

Acquapendente e Montefiascone uniti culturalmente dall’Edizione 2024 Museion

Acquapendente e Montefiascone uniti culturalmente dall’Edizione 2024 Museion organizzata dal Sistema Museale lago di Bolsena. Protagonista la Compagnia teatrale grossetana Teatro Studio (Mirco Tozzini, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Caterina Rossi e Daniela Moretti) che Domenica 7 Luglio alle ore 18.00 presso il Museo dell’Architettura di Antonio Da Sangallo il Giovane di Montefiascone presenterà “Donne nel mito” (musiche Francesco Melani e regia Mario Fraschetti). La location della Rocca Dei Papi in Piazza Urbano V, ospiterà un viaggio attraverso storie di donne, regine, guerriere e profetesse nel Mito e nella Tragedia. Quattro di quadri. Il primo ruoterà attorno alle Amazzoni e Pentisilea (scritti di Diodoro Siculo) ed agli Inni all’Amore, alla Luna ed al Femminina di Saffo. Secondo e terzo quadro dedicate a Cassandra e Clitemnestra (scritti di Omero, Euripide ed Eschilo). Domenica 14 Luglio alle ore 18.00 al Museo Civico e Diocesano di Acquapendente presenteranno “Orpheus” adattamento teatrale dalle opere di Ovidio, Poliziano, Monteverdi, Gluck e Cocteau. Francesco Melani canto e clarinetto per elaborazione del testo e regia di Mario Fraschetti che sottolinea come “Fra i templi di Apollo e Dionisio, il tuo cuore è diviso fra due strade: vita e morte, gioia e dolore, estasi e spasimo, benevolenza e crudeltà, toro e agnello, maschio e femmina, desiderio e distacco. Il sole proietta su di te l’ombra di Dionisio: Orfeo, tu che sei tornato da sponde dimenticate, dai confini di una fuga in avanti, abbandona questa disperazione. Ho voluto che tutto fosse in bilico. Tra lettura corale, monologhi e scene rappresentate. Ho preso spunto da più testi e visioni del mito, cercando di recuperare sostanzialmente due concetti: il mito è stato l’unico linguaggio possibile per esprimere i più intimi moti dell’animo umano. Tutto ciò che accade non può essere cambiato, ma solo accolto e trasformato, pena la totale lacerazione di sé”. Daniela Tinti & The Flowers Sabato 20 Luglio alle ore 20.30 al Museo Naturalistico del Fiore (casale Giardino Riserva Naturale Monte Rufeno) per una sorta di live show a tema botanico. “Un progetto di divulgazione botanica”, come sottolinea la stessa Tinti all’interno del biostore Farmanatura, “impertinente, dissacrante, provocatorio, divertente, a tratti trash e noir, con onestamente pochi momenti di serietà. Lezioni semiserie di botanica un può qua ed un po’ là. Un pò parlate, un pò cantate, un po’ minchiate. La cosa veramente seria è che ho incontrato Farmanatura e ne è nata una bella cosa. Come serio non dimenticare che se Lei vi fornisce benessere, deriva dal mondo vegetale in cui tutti siamo costantemente e piacevolmente immersi. E vorrei che coloro che verranno ad Acquapendente per l’appuntamento al Museo, comprendessero che Farmanatura non è solo un esperienza di acquisto ma deve diventare una opportunità. Per acquisire consapevolezza su quanto di raro e prezioso ci circonda. Entrando in contatto con la vera sorgente del benessere”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE