Acquapendente: in consiglio comunale si parla del progetto gestione rifiuti 2014

Acquapendente- Nell’ambito della seduta consiliare prenatalizia l’Assessore all’Ambiente Claudio Speroni fornisce alcune comunicazionipalazzo-comunale in merito al progetto gestione rifiuti 2014 e chiarimenti su contributo provinciale per raccolta differenziata. “Dal 1 Gennaio”, sottolinea, “partirà il nuovo contratto per la gestione rifiuti con la Comunità Montana

Alta Tuscia Laziale, ove verranno introdotte novità sulla tracciabilità dei rifiuti del porta a porta sulla campagna sui nuovi contenitori per organico e sulla separazione degli ingombranti. Ci saranno maggiori controlli e maggiore informazione. E’ stato avviato a quest’ultimo punto un progetto collaborativo con l’Istituto Secondario “Leonardo Da Vinci” e con corsi formativi di studenti. I rifiuti diventano proprietà comunale e pertanto solo una maggiore differenziazione riuscirà a coprire gli aumenti della discarica. In merito ai contributi della Provincia di Viterbo una parte (40.000 €) saranno finalizzate per le isole ecologiche ed un’altra (45.000 €) per varie azioni con fondi tuttavia sospesi per ragioni finanziarie. Al termine della presentazione delle stime delle qualità prodotte, il sindaco Alberto Bambini sottolinea anche come “occorre gestire bene e differenziare altrimenti su corre il rischio di aumentare le tariffe, tenuto conto dei costi richiesti per il centro di raccolta a Colleferro, come discusso in una riunione presso la Provincia di Viterbo”. ”I Brevi cenni dell’assessore Sperini”, sottolineano i consiglieri di minoranza Aldo Bedini, Franco Ferri, Alessandro Brenci, Sergio Iacoponi, “Docranno formare oggetto di una prossima riunione in commissione. Di certo e sicuro, comunque che tutta la questione assume confromazione delicata ed importante. Vista la prevista onerosità per le tasche dei cittadini. La discussione verrà rinviata al prossimo anno, ci domonandiamo quale siamo queste famose nuove regole che andranno in vigore dal 1 gennaio.Staremo a vedere e, sciuramente, non faremo venir meno la nostra presa di posizione”.

   

Leave a Reply