Acquapendente, l’Aido ricorda i suoi donatori

ACQUAPENDENTE ( Viterbo) – Con una toccante cerimonia religiosa ospitata nella Basilica Concattedrale del Santo Sepolcro,  la sezione Aido di Acquapendente del Coordinatore Enzo Rappoli “Tramontana” ha ricordato coloro che sono defunti ma hanno donato, con un gesto d’amore, parti del loro corpo per far felici i più bisognosi: Mauro Sugaroni, Alfredo Rocchi, Renzo Neri, Mirella Serafinelli, Andrea Pifferi, Paolo Berti.  A termine della cerimonia in loro onore è stata letta la preghiera del Donatore: “Signore Iddio, Tu che dall’alto vedi le miserie e le sofferenze umane, Tu che hai sacrificato Tuo Figlio per la salvezza dell’Umanità, Tu che hai fatto l’uomo libero, libera me dall’egoismo e concedimi di rendere ai fratelli sofferenti ciò che Tu mi hai dato. Fa che una parte di me, dopo la mia morte, renda felici altri esseri colpiti da malattie e bisognosi di trapianti. Dammi la gioia di donare, come ha fatto Tuo Figlio in croce, almeno una parte del mio corpo, perché possa rendermi utile nel diffondere l’amore, la speranza, la pace” .

Print Friendly, PDF & Email