Acquapendente. Parcheggio di Via dell’Annunziata, Ferri, Brenci, Bedini e Iacoponi puntano il dito sulla gestione

I consiglieri Franco Ferri, Alessandro Brenci, Aldo Bedini, Sergio Iacoponi criticano la gestione comunale del parcheggio di Via dell’Annunziata. Di seguito pubblichiamo le dichiarazioni dei consiglieri di minoranza. acquapendente

“Pochi cittadini sanno che il primo Giovedì pomeriggio di ogni mese dalle ore 14.00 alle ore 16.00 esiste divieto di sosta per consentire la pulizia del piazzale. Anche perché, il cartello di divieto è collocato centralmente sul muro di sostegno della sovrastante Via 1 Maggio,

ed è anche ricoperto da vegetazione. Sarebbe stato troppo difficile collocarlo all’ingresso del parcheggio, in modo visibile anche in considerazione che vige soltanto il primo Giovedì del mese, e cioè a distanza notevole di tempo. Ma forse era troppo facile per i cittadini ricordarsene ed evitare così la multa.

 

Preciso come un orologio svizzero il giorno 7 Novembre, alle ore 15.10 un Agente della Polizia Municipale è venuto nel citato piazzale e con una rapidità sconcertante ha rilevato i numeri di targa delle auto in sosta (circa una ventina), elevando così formale contravvenzione per divieto di sosta, atteso che non vengono più collocati sul parabrezza i famosi preavvisi dell’avvenuta elevazione della multa. E se ne andato, avendo svolto con dovuto rigore il proprio dovere.

 

A questo punto sembrerebbe tutto in regola. Resta, invece, un piccolo particolare di cui è doveroso darne conto: quel Giovedì nessuna pulizia è stata effettuata nel piazzale ove vige divieto di sosta. Ritiene l’Amministrazione Comunale che tutto sia in regola? Quale spiegazione da al cittadino o, peggio, al forestiero che è stato multato inutilmente, in quanto i servizi comunali vanno ognuno per proprio conto? E’ questo il biglietto da visita per coloro che onorano Acquapendente con la loro presenza per diletto o necessità?

Ognuno per la propria competenza (e l’Amministrazione comunale in testa), rifletta bene e studi attentamente almeno come fare per evitare che i malcapitati cittadini che Giovedì 7 Novembre avevano parcheggiato, ignari, la macchina nel parcheggio di Via dell’Annunziata, ove vige un divieto di sosta per consentire di effettuare le pulizie del piazzale stesso, anche se le pulizie poi non vengono effettuate.

Un’ ultima annotazione almeno per i cittadini amanti della pulizia: la pulizia del piazzale in questione è stata effettuata Sabato mattina alle ore 08.30 circa. Meglio di niente, anche se le macchine parcheggiate erano molto più numerose e la pulizia effettuata è risultata più scadente. Ma le multe non sono state effettuate. Almeno una multa era veramente doverosa e non facciamo nomi perché ci sembra di offendere l’intelligenza dei cittadini.

Questo ancora avviene ad Acquapendente, che era la perla dell’Alto Lazio e che ora è invece ridotta a rango di piccolo paese. Sporco, con strade impercorribili, ma dove vengono elevate multe a vanvera a danno dei cittadini onesti e scrupolosi che parcheggiano la propria macchina nel giusto parcheggio anziché sulla centrale Piazza Girolamo Fabrizio.

Ma che dimenticano che il giorno 7 Novembre era il primo Giovedì del mese”.

   

Leave a Reply