Ad Acquapendente lo Slow Film Fest, giunto all’ottava edizione

ACQUAPENDENTE (Viterbo)- Il programma sta subendo limature e definizioni finali. Certezza entusiasmante che a partire da domani (NDR Sabato 26 Novembre) si muoverà tra Roma, Acquapendente, Antrodoco oltre che online (slowfilmfest.stream piattaforma OpenDDB) lo Slow Film Fest. “Giunto all’ottava Edizione”, sottolinea con apposito comunicato l’Associazione Culturale Muovileidee, “si snoderà fino a Martedì 13 Dicembre con il contributo della Regione Lazio e il sostegno della Fondazione Cinema per Roma e della CNA di Roma, con i patrocini dei Comuni di Acquapendente e di Antrodoco, la Lega Coop Lazio e la collaborazione della Casa di Produzione Wuman Visions Productions, dell’Accademia di Cinema e Televisione Griffith e di Finca (Festival Internacional de Cine Ambiental), e con la media partnership di DaSapere.it. Dopo ul successo delle prime sette Edizioni, la prima kermesse interamente dedicata ad una visione cinematografica “slow”, si presenta ai nastri di partenza con un ricco programma, attento ai nuovi linguaggi ed alla produzione cinematografica indipendente. Diretto da Maria Luisa Celani, con la collaborazione alla programmazione di Florencia Santucho, Miriam Fabiano, Cristina Borsatti e Susanna Stivali, continua ad essere un festival esperenziale ed itinerante, “solow” come il concetto alla base dell’iniziativa. Un evento che punta all’aggregazione ed il confronto, non ad una semplice visione passiva, ad un “rallentamento” che è alla base del ritrovarsi e dell’incontro. Al centro della manifestazione, le immagini (proiezioni di documentarie e cortometraggi, di docu e di animazione), ma anche gli incontri e le passeggiate tra storia, cultura e incontri. Un festival con uno sguardo di genere, è pensato, sviluppato, organizzato, promosso da un team di donne, anche merito della collaborazione con la casa di produzione cinematografica Wuman Visions Production. Abbraccia, come sempre, il tema dell’ambiente e dei cambiamenti climatici, i diritti umani, i temi di genere e la memoria. E, come da tradizione, li svilupperà attraverso le Sezioni Documenta, dedicata ai film documentario. Indipendente, di provenienza italiana ed internazionale, e Smart, una vetrina sul cortometraggio, La collaborazione con l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma, vede quest’anno l’assegnazione di un riconoscimento per il miglior corto individuato attraverso la CALL che è stata lanciata ad Ottobre. Quanto agli incontri, due riguarderanno il tema dell’ambiente. Le passeggiate, come tradizione, saranno organizzate in collaborazione con l’Associazione Culturale Ottavo Colle e la Cooperativa l’Ape Regina”

 

Print Friendly, PDF & Email