Addio al Maestro Mario Vinci. Il ricordo del sindaco Angelo Ghinassi

ACQUAPENDENTE ( Viterbo) – Riceviamo dal sindaco di Acquapendente Angelo Ghinassi e pubblichiamo: “Quando muore un artista siamo tutti più poveri perché l’arte come poche altre cose esprime la ricchezza della vita. La vita di Mario Vinci comincia nel 1934 ed è attraversata fin dalla gioventù da una irresistibile vocazione alla creatività, che prende origine dalla sua terra, materialmente dalla creta della valle del Paglia, che le sue mani trasformano in ceramica, attingendo ad una tradizione secolare dei nostri luoghi, per lui sempre viva. Nelle opere di Mario Vinci c’è l’abilità di un mestiere artigiano che assume forme mai scontate, sempre molto personali, che sono frutto di una ricerca artistica autentica e sentita. Inizia da ragazzo a lavorare nei laboratori dei ceramisti aquesiani e giovanissimo si trasferisce a Roma e lavora nello studio di Via Margutta dello scultore bulgaro Assen Peikov (1908-1973) con cui collabora alla realizzazione del “Leonardo Da Vinci”, grande scultura eretta nei pressi dell’aereoporto di Fiumicino nel 1960. Poi parte per l’America, a Boston, dove fa altre esperienze professionali e nello stesso periodo collabora con lo scultore italo americano Ted Barbarossa.

Torna in Italia nel 1968 ed apre ad Acquapendente la sua “bottega” di scultore da cui usciranno tutte le opere più importanti di una lunga carriera. Prevalentemente arte sacra, perché sarà questa la sua committenza prevalente. In occasione della visita di Benedetto XVI° a Viterbo (2009) i Sindaci del viterbese hanno donato al Papa una scultura di Vinci dove sono raffigurati i Santi della Tuscia sullo sfondo della Santissima Trinità e della chiesa di San Pietro in Tuscania. Tra i lavori più importanti creati dall’artista citiamo il monumento in memoria ai caduti della Divisione “Acqui” (1988) posto a Roma in Viale Oceani all’Eur. Anche il Comune di Acquapendente ha avuto l’onore di commissionare una scultura in bronzo a Mario Vinci, collocata al centro della fontana del giardino pubblico di Porta Fiorentina, in occasione di un’iniziativa che ospitò i genitori di Ilaria Alpi e Maria Grazia Cutuli, due giornaliste assassinate sul lavoro, in scenari internazionali di guerra. La scuola ricorda idealmente le due giovani donne, la loro onestà e la loro innocenza. Mario Vinci era un uomo libero e riservato, con quell’aria sempre distratta che ti faceva capire che la sua mente stava altrove. Aveva l’inquietudine dell’artista ma era uno di noi. Amava la sua terra e dalle persone che lo conoscevano si sentiva amato e rispettato. Con lui, uomo e artista aquesiano ed internazionale, se ne va un pezzo di storia del Novecento e che va oltre. Onore all’artista e condoglianze alla famiglia. Umanamente la sua presenza/assenza di mancherà.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Rush finale per “Filmdipeso”: concorso dedicato ai cortometraggi che abbattono i pregiudiziLEGGI TUTTO
LATINA –  Scade l’8 febbraio, per i registi professionisti e non, il termine per candidare le loro opere al III Short
Marta, i Carabinieri denunciano tre stranieri per gestione e deposito incontrollato di rifiutiLEGGI TUTTO
MARTA (Viterbo) – I Carabinieri della stazione di Marta, avevano già da tempo i sospetti sulla gestione poco chiara dell’ autolavaggio 
Roy cerca casaLEGGI TUTTO
Riceviamo e pubblichiamo: Roy e suo fratello sono stati trovati circa 2 mesi in Abruzzo in un paese dove le
Il senatore Battistoni interviene sul piano cinghialiLEGGI TUTTO
ROMA- Riceviamo dal senatore Francesco Battistoni e pubblichiamo: “”Sono passati 20 giorni dal drammatico incidente sulla A1, causato da un
Viterbo, ruba una borsa: acciuffata dalla PoliziaLEGGI TUTTO
VITERBO – E’ stata individuata in breve tempo,  dagli  uomini della Polizia di Stato della  Sezione  Reati contro il Patrimonio della
Volley F U18 gir. A. Alla Vbc blu il derby con Vip Paolo SaviLEGGI TUTTO
VITERBO- Continua la striscia positiva di vittorie, nove su nove incontri disputati, della Vbc blu nel girone A del campionato provinciale
Domenica 27 gennaio la benedizione degli animali in piazza del Plebiscito, attenzione alla viabilitàLEGGI TUTTO
VITERBO- Torna la benedizione degli animali in piazza del Plebiscito. L’appuntamento, organizzato  dal Centro equestre Cava di Sant’Antonio, in programma domenica
Il 25 gennaio nasce Piazza Grande Futuro ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO- “Venerdì prossimo, 25 gennaio, presenteremo la mozione Zingaretti ai giovani della provincia: nasce ufficialmente il comitato Piazza Grande Futuro Viterbo.
Consiglio comunale, la prossima seduta domani 24 gennaioLEGGI TUTTO
VITERBO – Il presidente del consiglio comunale Stefano Evangelista, sentita la conferenza dei capigruppo dello scorso 18 gennaio, comunica che la
Vaccini ed autismo, nessun nesso per la CassazioneLEGGI TUTTO
di REDAZIONE- VITERBO- Vaccini e autismo, niente nessi. La conferma arriva dalla Cassazione, che ha dichiarato inammissibile il ricorso di una