ADMO, la donatrice effettiva Francesca Morelli consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia

di MARINA CIANFARINI –

VITERBO – La vita splende dolcemente all’interno dell’ADMO di Viterbo. Brilla con delicatezza negli sguardi di Paola Massarelli e Tiziana Riva che dell’Associazione sono l’anima pulsante.

La vita si fa grande nel traguardo di Francesca Morelli, che all’amore deve molto, che all’amore ha lasciato tanto. Ella ha conseguito, il 5 marzo scorso, la Laurea a pieni voti in Medicina e Chirurgia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore discutendo una tesi sull’efficacia di nuove terapie in pazienti affetti da leucemia linfatica cronica. Relatori il professore Luca Laurenti e la professoressa Simona Sica, dell’Area Ematologica del Policninico “A. Gemelli” di Roma. Un punto di arrivo raggiunto con tenacia, una meta ardente nei suoi occhi traboccanti di cielo.

Francesca, originaria di Tuscania, ha permesso al cuore di guidare i suoi passi. Lo fece nel 2011 quando, con convinzione, scelse la via della tipizzazione entrando a far parte della grande famiglia dell’ADMO. Un gesto meditato e compiuto silenziosamente, nella speranza che non restasse vano e si tramutasse in un miracolo futuro. Nel 2015 giunse la chiamata che modificò il suo cammino. Una persona aveva bisogno di lei e d’una rinascita in fioritura.

Francesca rispose a quel segnale, donando il midollo osseo il 21 aprile 2015 all’ospedale San Camillo di Roma. Due giorni di degenza, un intervento riuscito alla perfezione e un post operatorio delicato, caratterizzato dalle cure di medici, infermieri e biologi. Di quell’esperienza, Francesca, porta con sé sei piccoli buchi dietro la schiena e l’amore oltremisura per quel suo “fratello biologico”.

I loro occhi non si sono mai specchiati, ma ciascuno vive in simbiosi dell’altro, in un’anonima riconoscenza.

Un’esperienza di forte solidarietà che ha portato la giovane ad intraprendere la carriera medica, perseguendo con ostinazione il percorso scelto. Il sostenere i pazienti con premura, l’indossare il camice bianco, con la certezza di essere parte di una missione più grande.

La donazione ha cambiato la vita di Francesca che, radiosa e splendida, è entrata a far parte della squadra dell’ADMO come volontaria, aiutando, sostenendo ed alimentando le iniziative dell’associazione. A loro, sua parte d’anima, ha voluto dedicare alcune parole in occasione del giorno della Laurea: “Grazie all’ADMO di Viterbo, in particolare a Tiziana e Paola, per il vostro Amore per la Vita che trasmettete con un entusiasmo meraviglioso.

A tutti i pazienti che ho incontrato in questi anni. Al mio “fratellone biologico”, per avermi dato più di quanto io possa aver dato a te”.

L’impegno come volontaria non è mai venuto meno. Ha donato la sua testimonianza in eventi e parentesi di sensibilizzazione, lasciando sgorgare l’emozione dai suoi occhi grandi occhi tendenti all’infinito. C’è stata dal primo momento, c’è stata scegliendo la vita ad ogni passo.

“Si sopravvive di ciò che si riceve, ma si vive di ciò che si dona”, ricorda ai giovani, quei tipi giusti che possono fare la differenza.

Per la neo dottoressa sono arrivati gli auguri sinceri dell’ADMO, orgogliosi della loro ragazza, grati per l’impegno dimostrato, commossi di fronte all’impegno raggiunto: “Ora siamo noi a ringraziarti per la dedizione dimostrata in questi anni di studio, durante i quali sei riuscita a dedicarci del tempo tra un esame e l’altro. Hai conquistato il nostro affetto, ti sei guadagnata la stima dei medici sul campo. Ti auguriamo un futuro brillante”.

“Quando guardate, guardate lontano, e anche quando guardate lontano, guardate ancor più lontano”, ricorda Francesca, esempio di vita da qualsiasi angolazione la si guardi.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Scomparsa di don Camillo Gentili, i funerali domani a Castiglione in TeverinaLEGGI TUTTO
CASTIGLIONE IN TEVERINA (Viterbo) – Riceviamo da don Luigi Fabbri, vicario generale e pubblichiamo: “Credo di essere sempre stato a disposizione
Con i Preludi del solista Walter Fischetti la magia contamina l’UnitusLEGGI TUTTO
(m.a.g.) – VITERBO – Ieri, 23 marzo all’Auditorium dell’Università della Tuscia di Viterbo, nell’ambito della XIV Stagione concertistica curata da
Immigrazione, eseguite trenta espulsioni dall’inizio del 2019LEGGI TUTTO
VITERBO – Sono state 30 le espulsioni effettuate a quasi tre mesi dall’inizio dell’anno dagli uomini della Polizia di Stato
La Stella Azzurra-Ortoetruria incontra il Grottaferrata al PalaMalè, alle 18LEGGI TUTTO
VITERBO – Big match stasera al PalaMalè per la Stella Azzurra Viterbo che incontra Grottaferrata, squadra  saldamente in testa alla
Uno spettacolo di magia al Teatro parrocchiale del Murialdo, alle 17LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica, 24 Marzo 2019, a Viterbo, presso il Teatro parrocchiale del Murialdo, si svolgerà un evento ‘magico’. Alle ore
A Vitorchiano una serata in memoria di Luca Scarponi. Raccolti più di duemila euro per l’AmanLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – La vita di Luca Scarponi è stata recisa il 13 febbraio scorso,
A Palma Campania grandi preparativi per la terza edizione della “Crocelle Race Park”LEGGI TUTTO
PALMA CAMPANIA ( Napoli) – Domenica 14 aprile si festeggia il ritorno della mountain bike cross country nella splendida cornice
La Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania spreca troppo, sconfitta dal CuneoLEGGI TUTTO
TUSCANIA ( Viterbo) – Una Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania Volley dai due volti non riesce, nonostante il doppio vantaggio iniziale,
A Corchiano al via un progetto innovativo per ridurre l’uso della plasticaLEGGI TUTTO
CORCHIANO ( Viterbo) – Ieri a Corchiano si è svolto un importante incontro operativo del Bio-distretto della Via Amerina e
Il Vangelo della domenica, III di QuaresimaLEGGI TUTTO
Vangelo Lc 13,1-9 Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. + Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo si