“Agricoltura&Futuro”, Fratelli d’Italia alle Terme dei Papi per l’avvenire del settore

di SIMONE CHIANI-

VITERBO – Nel tardo pomeriggio di oggi i rappresentanti di Fratelli d’Italia, capitanati dalla candidata Sindaco Laura Allegrini e dal Deputato Mauro Rotelli, hanno affrontato il tema “Agricoltura&Futuro” in chiave italiana e, soprattutto, viterbese, nella Sala Conferenze delle Terme dei Papi. “Il comparto agricolo è centrale per la Tuscia e per il Comune di Viterbo” ha scritto infatti l’ex assessore ai Lavori Pubblici, per introdurre l’evento.

Presenti anche i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, Remo Parenti (Confagricoltura), Mauro Pacifici (Coldiretti), Del Gelsomino (Cia) e, tra gli altri, esponenti di FDI come Massimo Giampieri, Roberto Bedini e Luca De Carlo.

A introdurre l’evento Giampieri, Laura Allegrini e Rotelli.

Ha esordito proprio quest’ultimo, introducendo i colleghi e lasciando la parola subito a Giampieri: “Quello che è importante per una realtà politica come la nostra è sentire quali sono le problematiche reali del nostro territorio in termini di agricoltura, che è un po’ il volano dell’economia viterbese.”

La candidata Sindaco non ha perso l’occasione di intervenire: “Non chiamiamo gli agricoltori a raccolta per la campagna elettorale, ma perché riteniamo l’agricoltura veramente importante. Per la Tuscia è importantissima, e spesso viene sottovalutata”. Un settore, spiega l’Allegrini, duramente colpito dalle calamità naturali e dalla Pandemia, al quale il Comune dovrà riservare la massima attenzione. “Lo sviluppo di una città come la nostra non può – spiega – non tener conto delle nostre produzioni enogastronomiche.”

In seguito ha preso la parola Roberto Bedini, responsabile regionale Agricoltura di FdI e Ricercatore agricolo presso l’UNITUS, soffermandosi nuovamente sulla “nuova agricoltura”, con innovazioni e previsioni sull’avvenire del settore primario; successivamente, nel finale, protagonisti anche De Carlo e Del Gelsomino. 

C’è stato spazio, come previsto, anche per ascoltare i Presidenti viterbesi di Coldiretti e Confagricoltura, i quali hanno analizzato con timore la situazione attuale del settore, aggravata dalla guerra in Ucraina, ma non senza fornire possibili vie d’uscita. In particolare Remo Parenti trova nell’agricoltura “innovata” (Agricoltura 4.0) una strategia di ripresa, utile ad aumentare produttività e risparmiare la salute del territorio.

Print Friendly, PDF & Email