Al via a Viterbo il VI workshop sullo sport “Quality of life & Territory”

Un workshop sullo sport intitolato “Quality of life & Territory” quello che stamani, presso la sala consiliare del Comune di Viterbo , è stato presentato dal convegno-sportsindaco Leonardo Michelini, dal delegato allo Sport Sergio Insogna, dall’assessore al Turismo, Giacomo Barelli e dal consigliere delegato alle Politiche comunitarie, Christian Scorsi. Il convegno, che si terrà a Palazzo dei Priori il 19 e 20 dicembre prossimi, è la conclusione, come sottolineato dal

consigliere Insogna, del percorso iniziato nel 2012 con “Viterbo città europea dello sport”. “ La giunta Marini ed il delegato allo sport Buzzi fecero tutto il possibile per rendere le numerose iniziative di questo evento una grande opportunità per Viterbo – ha ricordato Insognasergio-insogna – Questo convegno è la fine di questo percorso, ma anche l’inizio di un altro, tanto è vero che nel programma che abbiamo stilato nella seconda giornata del workshop daremo alle società sportive la possibilità di esternare le loro esigenze”. Insogna ha aggiunto che nel Viterbese sono molte le realtà sportive, i dirigenti , i tesserati ed i giovani dediti allo sport. Inoltre, ha annunciato che a Gennaio si terrà anche un convegno sulla disabilità nello sport. Il sindaco Michelini ha ribadito come lo sport rientri nel suo programma di città. “L’attività sportiva – ha affermato – migliora la qualità della vita e del territorio, vedi le corse campestri e tutto ciò ad esse connesse. Le stesse associazioni sportive – ha proseguito – sono un valore per la nostra comunità. Un territorio dove c’è comunità è un territorio fatto di relazioni. Con rammarico dico che l’ente pubblico dovrebbe fare di più. Per fortuna ci sono le associazioni che da decenni sono impegnate in questemichelini-insogna attività sportive che svolgono con dedizione e sacrificio”. Il primo cittadino ha anche ricordato le varie associazioni nate negli oratori. “L’ente pubblico ha meno soldi rispetto al passato – ha proseguito Michelini – ed è in ritardo nel costruire questi rapporti di associazionismo. Dobbiamo, quindi, essere onorati di avere in città queste forme di associazionismo. Dovremo rivedere il tutto in un progetto di carattere internazionale ed attenzionare che i fondi del bilancio per queste attività siano effettivamente proficui” . L’assessore Barelli ha parlato dei tempi ristretti in cui si è dovuto realizzare il tutto e di come, con la collaborazione di un’associazione, si sia riusciti a creare un programma di valore, che si incentra sul tema dello sport come mezzo per migliorare la qualità della vita di tutti, anche deimichelini-sport diversamente abili. “Avremo grandi varietà di attività sportive – ha aggiunto- dal calcio, al basket ed al rugby. Vorrei poi sottolineare lo spirito di squadra ed il grosso lavoro culturale che c’è dietro a questo convegno, tanto che ci sarà un’attenzione particolare alla corretta alimentazione, tema che di ritrova anche nell’Expò 2015”. Christian Scorsi ha proseguito focalizzando l’attenzione sulla valenza europea di questo sesto workshop. “La mia esperienza in Romania, al quinto workshop – ha ricordato Scorsi – è stata vista come la presenza della città nella comunità europea.christinha-scorsi Ci vorrebbe un grande investimento sullo sport, cosa che purtroppo non è stata fatta. Ma con un progetto mirato al reperimento dei fondi credo che molte delle nostre strutture si possano risanare come si possano crearne di nuove”. Presente stamani alla conferenza stampa anche la presidente dell’associazione “La Murella”, Vanessa Sansone, che ha ribadito l’importanza di questo workshop per Viterbo e di come il tema della salute, inteso come sport, debba essere considerato una risorsa per la città. “Questo progetto – ha concluso – vuole dare voce ad un settore scientifico per poi sfociare vanessa-sansonein realtà territoriali e qui nel Viterbese ne abbiamo molte di eccellenti. Spero che questo sia un primo passo per analoghi eventi futuri”. Sansone ha aggiunto che “investire in salute significa investire anche in prevenzione”. “Ci auguriamo, quindi, che l’evento venga gradito e partecipato”. Presente stamani anche la presidente di Vitersport, Paola Crispini, che ha precisato: “ Questi eventi però non hanno senso se non sono stimolati da una vera progettazione”.

   

Leave a Reply