All’università della Tuscia ci si prepara per diventare degli Sherlock Holmes: presentato stamani il nuovo corso di Investigazione e sicurezza

“Investigazione e sicurezza” è il nuovo corso che l’ateneo della Tuscia offre agli studenti ed ai laureati in Scienze Politiche nell’ambito del percorso formativo della laurea in Scienze Politiche. Il corso è una novità assoluta in Italia, visto che èconferenza-ateneo-investigativa l’unico ad indirizzo giuridico, caratteristica sine qua non per l’accesso al concorso per Ispettore di Polizia. Corsi analoghi ci sono, come all’università di Perugia, ma non sono ad indirizzo giuridico e, quindi, non permettono di accedere poi ai concorsi della Polizia di Stato. Il neo corso è stato presentato stamanI

 dal magnifico Rettore Ruggieri , dalla direttrice Moscatelli e dai professori Perrone, presidente del corso di laurea in Scienze Politiche e D’ Auria, coordinatore di questo curriculum. Il Rettore ha specificato che il nuovo corso si trova all’interno della laurea in Scienze Politiche e Relazioni internazionali, una laurea socio/ umanistica con insegnamenti che vanno a toccare ambiti interessanti.

“Questo curriculum di studi risponde ad una esperienza formativa ed occupazionale – ha proseguito il Rettore Ruggieri – in quanto apre le porte a parecchi settori occupazionali, quali gli istituti di vigilanza, le forze di Polizia, che richiedono attualmente per accedervi un titolo di studio nelle discipline giuridiche, L36, che sono quelle impartite dal nostro corso.

Potrebbe rappresentare anche uno sbocco occupazionale per quei giovani che vogliono intraprendere un percorso formativo in ambito della sicurezza di persone, cose ed aziende. conferenza-ateneo-criminologiaIl percorso si avvale di conoscenze economiche e di un aspetto sociale, tecnico e giuridico, che caratterizza il terzo anno di studi. In questo ci ha aiutato il dott. Cianchella della Questura di Viterbo”.

La direttrice Moscatelli ha, quindi, sottolineato come ad appena un mese di apertura di questo corso siano già 55 le matricole e come stia, quindi, riscuotendo un ampio successo. Ha poi posto l’accento sulla sinergia che si è creata tra le forze di Polizia. “ Abbiamo approvato il testo – ha aggiunto Moscatelli – che prevede l’iscrizione di tutti i pubblici dipendenti ai nostri corsi di laurea con una facilitazione economica sui contributi da versare (contro i mille euro i pubblici dipendenti pagano 750 euro di tasse universitarie). Siccome la Pubblica Amministrazione ha molti vincoli moscatellie poche risorse abbiamo inteso realizzare questa riduzione economica”.

Il prof. Perrone ha precisato la multidisciplinarietà del corso e gli sbocchi professionali: investigatore privato ed informatore commerciale.

“Le iscrizioni al corso di Investigazione e sicurezza sono aperte fino al 31 dicembre – ha ricordato- e possiamo dire che su circa 200 immatricolati il 30% ha chiesto questo curriculum”. Il coordinatore del corso, il prof. D’Auria ha ribadito: “ Ci siamo posti il problema di fornire una qualificazione professionale a figure professionali che finora non avevano titolo di studio , diventato oggi obbligatorio.dauria-rettore-perrone I titolari di un’agenzia investigativa oggi devono avere una laurea. In passato – ha proseguito – gli investigatori erano ex poliziotti, ex sottufficiali delle forze di Polizia. Poiché queste competenze sono state allargate, attualmente la legge prevede che si abbia una laurea apposita”.

Il prof. D’Auria ha aggiunto che il corso permette anche si svolgere il lavoro di sicurezza nei supermercati”. Le materie specifiche del corso si terranno al terzo anno di studi, ma nei primi due si svolgeranno dei laboratori ad hoc. Il professor D’Auria ha ricordato il successo che ha ottenuto lo scorso 4 ottobre il seminario del dott. Farneti, capo della sezione balistica della Polizia scientifica, che ha visto la partecipazione anche di magistrati della Procura e di avvocati penalisti. E’ spettato, quindi, al dott. Cianchellaciancella-dauria2 precisare il taglio pratico che si vuole dare a questo neo corso. “Dalla teoria si passerà alla pratica – ha esordito – Faremo vedere come si va sulla scena del crimine e cosa si fa materialmente. L’investigatore privato con il decreto del 2010 è diventato a tutti gli effetti uno Sherlock Holmes, visto che con il riordino delle carriere i prossimi ispettori dovranno avere una laurea ad indirizzo giuridico.

Il nuovo investigatore sarà un laureato che avrà a disposizione un tesserino con un microchip identificativo. Avrà enormi attribuzioni – ha proseguito Cianchella – che vanno dall’attività di indagine a livello privato, agli accertamenti patrimoniali , matrimoniali e fallimentari.

Si occuperà anche di investigazioni commerciali (marchi, brevetti) e potrà svolgere attività di indagini a livello commerciale. Il bene vero sarà tutelato dalla guardia giurata, mentre l’investigatore dovrà verificare l’ammanco. Abbiamo poi tutto il settore delle assicurazioni.

Può anche affiancare gli avvocati e svolgere una serie di attività stabilite da una legge speciale. Gli stessi bodyguard non potranno essere più indipendenti, ma dovranno lavorare sotto l’investigatore privato”.

Il dott. Cianchella ha anche ricordato che ogni tre anni l’investigatore dovrà seguire dei corsi di formazione di 120-140 ore. “Ogni tre anni – ha puntualizzato – perché sono state modificate le licenze di polizia,cianchella2 che ora vengono rinnovate appunto ogni tre anni. L’investigatore privato può, infine, fare il pedinamento per legge, gli appostamenti, le riprese video-fotografiche ed anche mettere il Gps senza autorizzazione del magistrato. Deve poi avere alle proprie dipendenze dei diplomati che, a loro volta, dovranno essere muniti di una mini licenza. Può anche fare l’informatore commerciale, ovvero accertamenti per le aziende”.

Insomma una vera “figura del futuro” per il dott. Cianchella che ha anche precisato una cosa non da poco: “Potrà lavorare su tutto il territorio italiano, a differenza del passato quando poteva farlo solo dove aveva la licenza”.

Gli esami principali del corso sono: Criminoloiga, Medicina legale, Genetica forense, Balistica forense, Tecniche ed attività di Polizia giudiziaria.

Il corso si svolgerà nella sede di Scienze Politiche, ovvero a Santa Maria in Gradi.

   

Leave a Reply