Alternativa Europea lancia l’appello “Un Sindaco per l’Europa”

Roma -Lunedì 11 novembre alle ore 18.00 l’Associazione Alternativa Europea, in collaborazione con la sezione romana di Gioventù Federalistaunsindaco-per-leuropa Europea, lancerà l’appello “Un sindaco per l’Europa” durante il convegno che si terrà presso l’Hotel Parco dei Principi di Roma. Nella prossima primavera, infatti, in occasione delle elezioni per il rinnovo dell’Europarlamento, i partiti politici degli stati membri, come da raccomandazione della

Commissione Europea, avranno la possibilità di indicare il loro candidato alla Presidenza della Commissione stessa prima del voto. L’Associazione Alternativa Europea, accogliendo queste indicazioni, intende avviare una campagna di sensibilizzazione dei gruppi politici europei e dell’opinione pubblica, che prenderà il via con l’appuntamento dell’11 novembre, affinché l’appello “Un sindaco per l’Europa” diventi realtà.

La proposta, introdotta da Federico Castiglioni, verrà presentata da Olimpia Troili (Presidente di Alternativa Europea) e Tommaso Visone (Presidente Gioventù Federalista Europea – sezione di Roma). Ne dibatterrano, moderati da Giampiero Gramaglia de “Il Fatto Quotidiano”, Roberta Angelilli, Vice Presidente Parlamento Europeo, Massimiliano Smeriglio, Vice Presidente Regione Lazio, Roberto Gualtieri, Europarlamentare, Raffaele Cattaneo, Sindaco di Pavia, Piervirgilio Dastoli, docente universitario e Presidente CIME. La proposta ha incontrato anche il sostegno del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che interverrà all’evento insieme a Michele Baldi, Consigliere Regionale, Marco Canaparo, consulente diplomatico per gli affari UE presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, Giuseppe Failla, portavoce Forum Nazionale Giovane, Ugo Ferruta, Movimento Federalista Europeo.

“Ci siamo impegnati a sostenere questa rammandazione della Commisione con convinzione – ha dichiarato Olimpia Troili – perchè riteniamo che la figura del Presidente della Commissione, al pari delle altre figure protagoniste all’interno delle istituzioni europee, debba emergere da un processo trasparente, partecipato da tutti i cittadini europei e legato a una cultura politica di riferimento del quale risulti espressione”

   

Leave a Reply