Amministrative, il candidato sindaco Tizi: “Tuscania merita di ritornare a giocare la serie A”

TUSCANIA ( Viterbo) – La scorsa settimana il Tuscania volley ha raggiunto il massimo obiettivo sportivo stagionale, con la vittoria dei play off contro Ancona e Sassuolo è arrivata, dopo solo un anno di attesa, la promozione in serie A3, categoria che meglio si addice alla storia recente della squadra tuscanese. Tuttavia, il rischio che questo successo rimanga un sogno raggiunto e subito sfuggito è estremamente alto, a causa delle ormai decennali difficoltà logistiche della società pallavolistica.

“Sono molto felice, da fervente tifoso – dichiara il candidato sindaco Alessandro Tizi – della vittoria conseguita dal Tuscania volley, perché rappresenta il giusto risultato per un anno ricco di soddisfazioni, vittorie e sacrifici da parte della società, dei collaboratori, degli atleti e dei tifosi. Ritornare in serie A3 rappresenta un orgoglio per la nostra città, un momento di grande gioia che, tuttavia, è offuscato dall’annoso tema dell’assenza di una struttura idonea per disputare a Tuscania le gare delle massime serie nazionali. Un’assenza colpevole, ormai lunga oltre dieci anni.

Ricordo perfettamente la prima promozione in serie A, nel 2014, e le lunghe stagioni ricche di successi che sono seguite fino a sfiorare l’impresa della Coppa Italia qualche anno dopo. Ma soprattutto ricordo l’amarezza dell’impossibilità di vedere la squadra della mia città non poter giocare nella sua casa, costretta a migrare per anni tra Viterbo e Montefiascone, fino al momento in cui è diventato troppo difficile anche questo. Lo scorso anno la rinuncia all’iscrizione al campionato di serie A3 e la ripartenza dalla categoria inferiore.

Io, anzi noi tifosi e cittadini di Tuscania, ricordiamo tutto. Le promesse, i progetti approvati e pagati, le lunghe attese per novità che non sono mai arrivate. Ricordiamo perfettamente tutto.

Ora non è più il tempo dei complimenti e degli auguri per una nuova stagione sportiva che rischia di ripartire come lo scorso anno, senza che nulla cambi. Questi complimenti suonano come uno scherzo di cattivo gusto, da parte di quegli stessi amministratori che non hanno fatto nulla negli ultimi anni per porre rimedio al problema.

Questo comportamento noi non lo accettiamo più, non lo possiamo accettare e non lo vogliamo accettare, perché vediamo il fiume di denaro, ormai oltre i 3 milioni di euro, che è stato speso o è stato programmato per investire in opere e strutture sportive che vedono la pallavolo tuscanese, vanto della città, relegata ai margini in un palazzetto non idoneo.

Tutti gli sport hanno pari dignità, a partire da quelle discipline che negli anni hanno portato Tuscania ad essere un punto di riferimento nazionale. Soprattutto in considerazione dell’alta capacità di ritorno economico che poteva avere e che non ha avuto. Migliaia di spettatori mancati, posti letto nelle strutture ricettive non occupati, manifestazioni sportive non svolte. Tutto questo per la miopia di un’amministrazione che oggi si limita ai ringraziamenti e si nasconde dietro a mega progetti di riqualificazione di un’area, senza ascoltare la cittadinanza e le sue istanze.

Questo è il momento di dire basta, di cambiare direzione, di dire fermamente che questo stato di cose non può più essere accettato. Noi, come lista civica Tuscania delle Idee ci impegniamo affinché si possa realizzare nell’area della ex piscina dell’Olivo, da anni in stato di abbandono e parzialmente crollata, un palazzetto polivalente in grado di accogliere le massime serie della pallavolo nazionale e possa essere utilizzato anche dagli istituti scolastici e per accogliere attività sportive di altre discipline, come il basket, da tempo escluso e messo ai margini.

Chiediamo un cambio di passo – conclude Alessandro Tizi – una visione nuova della nostra città, consapevoli di essere capaci di cambiare.”

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE