Università Unimarconi

Anbi Lazio: continua il potenziamento dei mezzi presso il Consorzio di Bonifica Litorale nord di Roma

ROMA – Il Consorzio di Bonifica Litorale Nord di Roma ha avviato, negli ultimi anni, un importante processo di ristrutturazione che ha visto l’introduzione e il consolidamento dell’esecuzione in amministrazione diretta, quindi con operai e mezzi propri, di tutte le operazioni di bonifica e manutenzione del reticolo idrografico di competenza, ottenendo significativi risparmi per l’Ente, che si tramutano in risparmi per la contribuenza e in incremento dei posti di lavoro, assicurando un meticoloso rispetto del programma di manutenzione ordinaria a cui si aggiungono i numerosi interventi di manutenzione straordinaria svolti.

“Questo metodo di lavoro che abbiamo voluto applicare sin dal nostro insediamento ha permesso di rispettare tutti i lavori di manutenzione previsti, migliorandone qualità e quantità, e ha inoltre permesso di rispondere prontamente alle segnalazioni dei consorziati, delle amministrazioni locali e dei cittadini, garantendo interventi tempestivi e mirati – ha commentato il Presidente del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Niccolò Sacchetti –  Fa parte di questo processo di ristrutturazione anche l’importante rinnovamento del parco mezzi meccanici consortili, iniziato nell’ultimo biennio mediante l’acquisto (gli Energreen con leasing, i trattori no) con leasing  ed il noleggio di numerosi mezzi meccanici avanzati, specificamente selezionati per migliorare le attività di bonifica al fine di mitigare il rischio idraulico”.

Tra i nuovi mezzi acquistati 5 trattori gommati, tra cui due da 100 CV, due da 110 CV e uno da 90 CV, tutti equipaggiati con trincia posteriori orientabili con larghezze variabili tra 1,6 e 2,1 metri. Questi trattori sono distribuiti strategicamente sul territorio di intervento che è pari ad oltre 257.000 ettari dei totali 627.900 ettari amministrativi: i due da 100 CV sono operativi nelle zone di Focene e Maccarese, uno da 110 CV ad Ardea, e uno da 110 CV e il trattore da 90 CV sono in attività nel delicato territorio di Ostia. Questi mezzi si affiancano ai trattori già in dotazione del Consorzio, potenziando così la capacità operativa nelle aree di competenza.

Inoltre, il CBLN ha potenziato il proprio parco macchine con l’acquisto di 4 macchine decespugliatrici professionali semoventi Energreen, dotate di bracci decespugliatori di 12 e 15 metri ed una di esse dotata anche dell’attrezzatura “raiber” che consente il decespugliamento della vegetazione lungo i guardrail stradali. Questi mezzi sono attualmente distribuiti tra Tarquinia, Focene/Maccarese e Ostia, affiancando le due Energreen da 12 metri già in dotazione.

Il Consorzio ha anche noleggiato diversi escavatori per migliorare l’efficienza nelle operazioni di spurgo e riprofilatura dei canali. Tra questi si annoverano un escavatore da 38 quintali per le aree urbane di Ostia, due da 65 quintali ed uno da 135 quintali ad Ardea, e uno da 155 quintali gommato per interventi rapidi lungo le strade. Sono stati noleggiati inoltre altri 9 escavatori da 220 quintali con bracci da circa 10 metri per operare nei fossi più profondi, distribuiti tra Ardea, il Tevere e il Tirreno e Tarquinia, cinque escavatori “long reach” da 240 quintali con bracci da 15 e 18 metri per le stesse aree, e un escavatore da 85 quintali “long reach” con braccio da 11 metri per Ostia.

In particolare, per il settore bonifica con sede a Focene, operante nei bacini di Maccarese, Tevere e Tirreno, sono operativi un escavatore Hyundai da 220 quintali con braccio da 15 metri, un Hyundai da 130 quintali con braccio da 8 metri, due Energreen con bracci da 12 metri, due trattori New Holland del 2023, e vari escavatori Komatsu e Hitachi noleggiati con bracci che vanno da 9 a 18 metri.

Nei prossimi dieci giorni, è previsto l’arrivo di ulteriori 2 escavatori Komatsu da 240 quintali con bracci da 18 metri, che andranno a sostituire due escavatori Komatsu con bracci da 9 metri.

“Questa modernizzazione delle attrezzature e l’adozione di nuove strategie operative testimoniano l’impegno del Consorzio di Bonifica Litorale Nord nel migliorare costantemente la gestione del territorio e garantire una maggiore sicurezza idraulica per le comunità servite -ha sottolineato il Direttore Generale del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Andrea Renna- La flotta di complessivi n. 24 escavatori, n. 8 trattori, n. 7 terne gommate, n. 6 energreen ha quindi visto aggiungersi n. Tre escavatori long reach da “18” metri di braccio unici in tutto il comparto laziale, a testimonianza di una dottrina di qualità servizio ed efficienza della azione di bonifica dei territori e del servizio di irrigazione sempre tesa alla salvaguardia territoriale e sempre tesa alla tutela della proprietà consorziata – ha aggiunto il Direttore Renna, che ha concluso – grazie agli investimenti effettuati negli ultimi anni, siamo in grado di intervenire in modo più rapido, puntuale e capillare, rispondendo alle esigenze delle amministrazioni locali, dei consorziati e dei cittadini.”

LINK VIDEO ESCAVATORE LONG REACH

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE