Anche gli istituti superiori della Tuscia si mobilitano contro i tagli alla scuola

Anche gli istituti superiori della Tuscia si mobilitano contro la legge di stabilità Letta ed i tagli alla scuola. Dopo il liceo di Tuscania, che ha avviato scuola-alunniiniziative di protesta, ieri è stata la volta dell’istituto magistrale “Santa Rosa” di Viterbo che è stato occupato

ed il Ragioneria “Paolo Savi”, che si è autogestito, sostituendo le lezioni attività alternative. Forme di protesta ben più marcate quelle di ieri a Milano, dove gli studenti, scesi in piazza, si sono scontrati con la polizia, interrompendo i lavori del Consiglio regionale.

   

Leave a Reply