Andrea Micci: “Bene la rivoluzione liberale del decreto Salva Casa del ministro Salvini”

VITERBO- Riceviamo e pubblichiamo: “Semplificare la vita dei cittadini, snellire le pratiche amministrative accumulate negli uffici pubblici, accrescere il valore di un bene caro a ogni italiano come la casa, dare impulso al mercato immobiliare, portare entrate alle casse dei Comuni: sono i molteplici ambiti su cui il Piano salva Casa proposto dalla Lega non mancherà di produrre i suoi benefici effetti. Il decreto legge recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione edilizia e urbanistica approvato oggi in Consiglio dei ministri e proposto dal ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, è l’ennesima risposta pratica alle esigenze della quotidianità dei cittadini, date da un partito che dimostra in ogni occasione di essere sintonizzato con la vita reale e non mummificato dentro i perimetri di ideologie astratte senza alcuna ricaduta pratica. Il decreto contiene disposizioni per mettere al riparo la casa da una normativa rigida e frammentata, spiega il Mit, “fatta di procedure amministrative incerte che ostacolano la commerciabilità dei beni e precludono l’accesso a mutui, sovvenzioni e contributi”. Non si tratta di un condono, poiché il decreto “Salva Casa” interviene solo sugli interventi minori, come lo spostamento di un tramezzo o una finestra posizionata diversamente, mentre sono esclusi gli abusi edilizi strutturali. Sono previsti interventi sulle minori difformità (edilizia libera, tolleranze costruttive, esecutive, parziali difformità); stato legittimo dell’immobile; mutamento della destinazione d’uso. Il provvedimento amplia le categorie di interventi che possono essere realizzati in edilizia libera, riduce gli oneri amministrativi per i cittadini poiché per dimostrare lo stato legittimo sarà sufficiente presentare il titolo che ha disciplinato l’ultimo intervento edilizio anche in sanatoria. Il decreto semplifica anche il cambio di destinazione d’uso di singole unità immobiliari nel rispetto delle normative di settore e di eventuali specifiche condizioni comunali. Le misure proposte dalla Lega con il Ministero delle Infrastrutture semplificano la vita degli italiani, tutelando un bene importante come la casa, dove finiscono abitualmente i risparmi di una vita, portando, allo stesso tempo, benefici anche economici alle tasche dei contribuenti, alle casse comunali, nel rispetto dell’ambiente e dei contesti urbani”.
Andrea Micci
Coordinatore provinciale
Lega Salvini Viterbo

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE