Antonella Sberna: prima europarlamentare di Viterbo (VIDEO)

di REDAZIONE-

VITERBO- Antonella Sberna ha raggiunto un traguardo storico diventando la prima europarlamentare di Viterbo. Con quasi 48.000 preferenze, la candidata di Fratelli d’Italia si è assicurata un seggio a Strasburgo per i prossimi cinque anni, all’interno del gruppo dei conservatori Ecr, di cui fa parte il partito di Giorgia Meloni.

“Ce l’abbiamo fatta, è una vittoria storica. Ora portiamo la Tuscia in Europa”- ha commentato Sberna, che ha seguito l’andamento dello scrutinio nel suo comitato elettorale in via Gargana, circondata dai sostenitori e dal vertice viterbese di Fratelli d’Italia. La certezza dell’elezione è arrivata dopo un’intera giornata di attesa, anche se già nella notte tra domenica e lunedì le proiezioni indicavano che Azione e Stati Uniti d’Europa non avrebbero superato la soglia di sbarramento. All’interno della lista di Fratelli d’Italia, Sberna si è classificata al quinto posto, un risultato quasi insperato alla vigilia.

A Viterbo, Sberna ha ottenuto un gran numero di voti, seguendo il trend positivo per Fratelli d’Italia. In alcuni momenti dello scrutinio, ha persino superato Giorgia Meloni in termini di preferenze a livello provinciale. Decisivi sono stati anche i voti dal resto della Tuscia, dove è risultata la più votata in diverse sezioni. Importante è stato l’apporto di Nicola Procaccini, che ha supportato Sberna in diversi comuni del Lazio. Notevole il risultato da Roma con oltre 16.000 preferenze, e dalle province di Perugia e Terni con oltre mille preferenze. L’exploit maggiore è avvenuto nel territorio di Latina.

Fratelli d’Italia si è confermato il partito più votato a Viterbo (44,44%) e nel resto della provincia (42,05%), rafforzando la città come roccaforte della destra. Rispetto alle regionali, il partito ha guadagnato consensi nonostante una minore affluenza alle urne. L’elezione di Sberna corona una stagione politica eccezionale per i meloniani viterbesi, con l’elezione di Mauro Rotelli in parlamento, Daniele Sabatini e Giulio Zelli, e ora anche di un europarlamentare, oltre ai quattro consiglieri provinciali eletti recentemente.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE