Anzio – Sff Atletico 3-0

Terza vittoria stagionale per l’Anzio, che al ‘Bruschini’ supera con un netto 3-0 la classifica e interrompe un digiuno durato oltre due mesi. Tre punti che lasciano la squadra di Bacci sempre in fondo alla classifica del Girone G ma che riducono a sei la distanza dal terz’ultimo posto occupato dal Castiadas.

LA PARTITA – Senza gli infortunati Minunzio e Di Palma e gli squalificati Pirazzi e Florio, Bacci conferma il 4-3-1-2 delle ultime settimane con Voltasio vertice alto di un rombo di centrocampo che vede Papa playmaker basso e Faiello e Sterpone ai lati. Tra i pali c’è il 2001 Trombetta, alla seconda da titolare in stagione dopo l’esordio contro il Cassino nella prima giornata. Modulo a trazione anteriore per Scudieri, che disegna un 3-4-3 con Neri e Nanni sulle ali e il bomber D’Andrea al centro. Gli ospiti si fanno vedere per la prima volta al quarto d’ora con la conclusione dalla distanza di Ortenzi che sfila a lato e con Neri, che al 19’ non riesce a raggiungere un cross sul secondo palo di Nanni. Al primo affondo, l’Anzio trova il gol: è il 25’ quando Voltasio si incunea in area e calcia col mancino, Galantini respinge la botta centrale ma non può nulla sul successivo tap-in di Faiello, al primo gol con la maglia neroniana. La reazione aeroportuale è inconsistente e Voltasio, al 29’, sfiora il raddoppio con un destro a giro che sfiora l’incrocio dei pali. Ci va ancora più vicino Ludovisi, dieci minuti più tardi, dopo un’azione di Faiello sulla sinistra e la sponda di Prandelli sul secondo palo ma la conclusione ravvicinata a colpo sicuro dell’attaccante trova il petto di Campanella, appostato sulla linea di porta. Nella ripresa entra in campo l’ex di turno, Flavio Santarelli e l’SFF Atletico ha immediatamente una buona chance con Neri, lasciato libero di colpire di testa dal limite dell’area piccola. Il suo tiro sbatte per terra davanti a Trombetta e termina debolmente tra le mani del portiere. Al 52’ occasione aerea anche per Prandelli, ben imbeccato da Faiello ma anche lui colpisce senza dare troppa forza al pallone. Il numero 10 dell’Anzio non sbaglia al 58’, dopo un’azione avviata da Faiello, rifinita dallo stesso Prandelli e conclusa da Ludovisi sui piedi di Colacicchi. La difesa ospite è scoperta e Prandelli è il più lesto a raccogliere la palla e battere Galantini da due passi. L’ingresso di Tornatore vivacizza l’attacco biancorossoblu, con l’ex Ciampino che al 68’ invita alla conclusione Nanni il quale trova la provvidenziale deviazione col corpo di Labate e al 77’ fa la sponda per il destro ravvicinato di Papaserio respinto da Trombetta con un intervento di puro istinto. L’estremo difensore salva ancora il risultato all’84’ sul diagonale di Nanni sul primo palo  e al 92’ sul colpo di testa di Tornatore. L’Anzio, dal canto suo, spreca il possibile 3-0 in contropiede al novantesimo con Voltasio, il cui mancino viene respinto da Galantini ma cala il tris al 93’ con il neo entrato Buongarzoni, che finalizza un contropiede due contro uno, servito da Voltasio.

ANZIO – SFF ATLETICO 3-0

MARCATORI: 25’pt Faiello, 13’st Prandelli, 48’st Buongarzoni

ANZIO (4-3-1-2): Trombetta; Arena (20’st Buongarzoni), Giordani, Labate, Costanzo; Faiello (51’st Di Magno F.), Papa, Sterpone; Voltasio; Prandelli (45’st Fiacco), Ludovisi (49’st Njie). A disp.: Rizzaro,, Di Magno M., Anello, Floris, Santarelli S.. All.: Bacci

SFF ATLETICO (3-4-3): Galantini; Colacicchi, Campanella, Gagliardini; Rizzi (1’st Santarelli F.), Ortenzi (24’st Papaserio), Sevieri, Pompei (33’st Donnarumma); Nanni, D’Andrea, Neri (16’st Tornatore). A disp.: Macci, Cotani, Karas, Fornilli, Tortolano. All.: Scudieri

ARBITRO: Barbiero di Campobasso

ASSISTENTI: Alabiso di Genova – Vitaggio di Trapani

NOTE –. Espulso Anello dalla panchina al 40’st per proteste. Ammoniti:Santarelli F.,Sterpone, Arena, Faiello. Angoli:0-6. Fuorigioco: 2-7. Recupero: 7’st

testo e foto di Matteo Ferri – Ufficio stampa Anzio Calcio 1924, si prega i gentili colleghi di citare sempre la fonte

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la