Asilo nido comunale “Pane e marmellata”, riqualificati gli spazi. Presenza settimanale fissa del pediatra

di LIA SARACA –

MONTEFIASCONE ( Viterbo) – Asilo nido “Pane e marmellata” più in sicurezza con gli interventi di riqualificazione degli spazi, l’ammodernamento delle modulistiche e la presenza interna fissa del pediatra ogni settimana.

Novità funzionali alla riduzione del rischio da contagio Covid-19, a un maggior distanziamento e a un miglioramento del servizio dedicato ai più piccoli.

A cominciare dagli spazi all’interno della struttura che sono stati rivisti per organizzare al meglio le bolle, piccoli gruppetti di bambini, in modo ancora più indipendente tra loro.

Come evidenzia la responsabile del quarto settore comunale “Servizi alle persone” , Paola De Santis, il lavoro di riqualificazione fatto nella struttura  ha visto la realizzazione dei nuovi divisori fissi nelle varie zone, così da isolare in modo più efficace le bolle. Cosa  richiesta anche dai genitori in un’ottica di collaborazione.

Con i divisori mobili, infatti, c’era il rischio di contatto tra i bimbi mentre con le nuove modifiche dei pannelli fissi si è potuto isolare in modo completo i vari gruppetti dei piccoli. Tutte le stanzette sono inoltre fornite di porte con uscita sul giardino principale.

I lavori di miglioramento sono stati fatti in tempi brevi e con urgenza nel periodo delle festività natalizie. “I bambini, trovando le stanzette arredate di nuovo, hanno reagito molto bene – afferma la responsabile –. Stiamo inoltre provvedendo all’acquisto di nuovo materiale didattico per un importo di tre mila euro”.

Insomma, una consapevolezza del ruolo fondamentale della prevenzione e dell’importanza di mettere in atto le adeguate azioni, accanto al miglioramento del servizio dell’asilo nido che tiene conto anche di altre novità.

“Il pediatra è presente il martedì di ogni settimana e non più saltuariamente – aggiunge De Santis -. Per il sabato abbiamo dovuto procedere a una contrazione dell’orario e parallelamente abbiamo elaborato una riduzione delle rette. Cerchiamo di fare tutto il possibile per garantire al meglio i servizi alle persone”.

Accanto all’organizzazione della struttura, sono stati rivisti anche i piani di evacuazione e antincendio, il documento di valutazione rischio, ormai obsoleto, la stanza Covid, la modulistica di somministrazione di eventuali farmaci in collaborazione con il pediatra e tutta la modulistica restante.

In cantiere c’è poi il progetto per unire l’asilo nido alla palestrina esterna in modo da realizzare una ludoteca estiva che possa consentire ai bambini di fare attività all’aria aperta in primavera e in estate.

Il settore comunale ha inoltre aderito ai “Contratti Fiume” per promuovere con le scuole attività estive sul lungo lago che prevedano iniziative per la ricerca geologica.

 

Print Friendly, PDF & Email