Associazione “Respirare”: solidali con il sindaco di Messina Accorinti

messinaL’associazione “Respirare” esprime apprezzamento, gratitudine e solidarietà al sindaco di Messina Renato Accorinti per le parole dette ed i gesti compiuti il 4 novembre commemorando le vittime della guerra ed affermando che la pace è il primo dovere e la prima necessità dell’umanità.

* Nel richiamo all’indimenticabile monito di Sandro Pertini “Si svuotino gli arsenali di guerra, sorgente di morte, si colmino i granai, sorgente di vita per milioni di creature umane che lottano contro la fame”, nella fedeltà alla Costituzione della Repubblica Italiana che all’articolo 11 attesta inequivocabilmente che “L’Italia ripudia la guerra”, nel ricordare che tutti gli esseri umani fanno parte dell’unica famiglia umana e sono quindi legati da un vincolo di fratellanza, il sindaco di Messina ha espresso il sentire e il volere di tutti i cittadini italiani, di tutti gli esseri umani: filiale pietas per tutti i defunti, soccorso ed amore per tutti i viventi; opposizione a tutte le uccisioni, le devastazioni, le violenze; responsabilità operante in difesa della vita, della dignità e dei diritti di tutti; attivo impegno per la pace, la giustizia e la solidarietà. * Il 4 novembre tutti i cittadini italiani, tutte le persone di volontà buona, si sono, ci siamo sentiti cittadini di Messina. Il prossimo anno in ogni Comune d’Italia risuonino le parole del sindaco Accorinti, solo così si esprime un addolorato ricordo, un sincero lutto, un autentico omaggio alle vittime della guerra; solo così si esprime la scelta dell’impegno necessario per salvare tante vite umane minacciate da mostruose guerre ed orribili ingiustizie; solo così si è fedeli alla Costituzione della Repubblica Italiana. Ogni vittima ha il volto di Abele. Occorre subito l’impegno di tutti per la pace, il disarmo, la smilitarizzazione. Ogni essere umano ha diritto alla vita. Ogni essere umano ha diritto alla solidarietà. Solo la nonviolenza può salvare l’umanità.

   

Leave a Reply