Attesa per il Ritorno della Stella T Coronae Borealis nel Cielo

Una nuova stella potrebbe presto brillare nel cielo, visibile a occhio nudo. Si tratta di T Coronae Borealis, una stella distante 3.000 anni luce dalla Terra, nota per le sue apparizioni periodiche. L’ultima volta che la sua luce è stata visibile risale al 1946, e prima ancora nel 1866. Astronomi e astrofili di tutto il mondo attendono con ansia il suo ritorno, previsto tra oggi e la fine dell’estate.

Gianluca Masi, astrofisico e responsabile scientifico del Virtual Telescope, ha spiegato che T Coronae Borealis è una stella variabile, la cui luminosità eccezionale si manifesta a intervalli irregolari. Questo fenomeno è dovuto a un sistema binario composto da una stella fredda e una nana bianca. “Quando la materia della prima viene trasferita alla seconda, si verifica un aumento di luminosità”, spiega Masi.

Come avvenuto nel 1946 e nel 1866, anche questa volta il sistema binario ha mostrato una riduzione della luminosità, un segnale che potrebbe indicare un’imminente eruzione. Se lo schema si ripetesse, la nuova manifestazione di T Coronae Borealis potrebbe verificarsi tra oggi e settembre 2024, con una luminosità paragonabile a quella della stella polare.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE