Aumentano gli evasori fiscali, le discariche abusive ed il lavoro nero nella Tuscia: i dati del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo

amaturo-castagliolaBilancio di fine anno stamani anche per la Guardia di Finanza di Viterbo. Il Comandante Alfonso Amaturo ha illustrato, insieme al Tenente Colonnello Castagliola, comandante del nucleo di Polizia Tributaria, l’andamento del 2013 nella Tuscia, partendo dagli evasori totali e paratotali, che quest’anno sono stati oltre 70. In aumento anche chi non emette gli scontrini fiscali. “L’anno scorso ci aggiravamo sui 10% dei controlli effettuati – precisa il Comandante Amaturo, nel 2013 questo dato è salito al 13%. Anche

se il dato è in aumento, comunque, rimane sempre al di sotto della media nazionale che va dal 25 al 30%”.

Un piccolo focus poi sul lavoro nero: “Abbiamo scoperto quest’anno oltre 200 tra lavoratori assunti in maniera irregolare o per niente assunti.alfonso-amaturo-comandantegdf Il fenomeno è sicuramente legato alla crisi”. A questo si aggiunge anche la scoperta di marchi contraffatti. “Durante l’anno abbiamo scoperti oltre 6 mila pezzi  contraffatti – ha proseguito Amaturo – La sicurezza dei prodotti colpisce tutti noi consumatori ed è un sottobosco non dei migliori”.

Altro dato importante il traffico di sostanze stupefacenti: “Abbiamo svolto un’attività più che positiva con diversi servizi fatti insieme all’Arma dei Carabinieri”.

Il comandante provinciale della Guardia di Finanza,  si è poi soffermato sull’ordine e la sicurezza pubblica: “Ho intensificato i controlli tanto che in questo anno abbiamo impegnato 1900 pattuglie per 11mila ore di servizio . E’ un dato che si può certo accrescere, anche se dobbiamo sempre far fronte alle risorse economiche, sempre più esigue. L’impegno è comunque quello di continuare ad aumentare il controllo guardia-finanza1del territorio per il 2014”.

Uno spazio a parte il Comandante Amaturo lo ha dedicato al numero telefonico 117. “Il cittadino non ha ancora capito bene a che cosa serva questo numero – ha affermato – Eppure, grazie ad una chiamata, quest’anno siamo riusciti a trovare dei lavoratori in nero e tutta una filiera di reclutamento. Quel cittadino che ci ha chiamato è stato, quindi, utile a noi ed alla comunità. Tuttavia ci sono ancora molte remore riguardo al 117, perché si pensa che così facendo si possa fare la spia. In questo anno comunque ci sono pervenute circa 3300 chiamate, ma, secondo me, potremmo avere una maggiore collaborazione. Si tratta di un concetto di sicurezza economica partecipata”.

La Guardia di Finanza di Viterbo è stata, inoltre, attiva sotto il punto di vista ambientale. “Nella provincia abbiamo effettuato alcuni sequestri, trovando parecchie aree adibite a discariche, rifiuti tossici, con particolare amaturo-castagliola2attenzione al fenomeno dell’amianto, soprattutto nei capannoni rivestiti con eternit. Abbiamo sequestrato 110 mila metri quadrati di aree adibite a discariche di rifiuti”.

Dal punto di vista fiscale, inoltre, la Guardia di Finanza di Viterbo ha individuato alcune irregolarità con la conseguenza del sequestro per equivalente, ovvero la messa sotto sequestro di beni immobili ed anche dei conti correnti. “Solo quest’anno – è entrato nello specifico il Comandante Amaturo – abbiamo sequestrato quasi 12 milioni di euro e per Viterbo non è cifra da poco”.

Le Fiamme gialle hanno anche operato incisivamente sulla spesa pubblica, “tema che nel 2014 costituirà uno dei filoni conduttori principali” – ha assicurato Amaturo.

Nota dolente i ticket sanitari. “Su questa questionecastagliola-nucleopoliziatributaria-gdf il 100% dei controlli hanno dato esito irregolare – ha precisato il Comandante – e non siamo francamente abituati a queste percentuali. Probabilmente c’è qualcosa che nel sistema non funziona”.

Per il 2014, infine, Amaturo ha annunciato l’incremento dell’attenzione sulle spese pubbliche, tanto è vero che i servizi più significativi vengono espletati proprio dal nucleo di polizia tributaria (nella foto a sinistra il Comandante del Nucleo, Ten.Col. Castagliola). “Il 2014 sarà poi dedicato – ha concluso il Comandante Amaturo – alla ricerca dell’evasione, che è il nostro core business”.

   

Leave a Reply