Azione Cattolica Italiana: “Il bene comune è nelle mani di ognuno di noi”

Riceviamo dall’Azione Cattolica Italiana – Diocesi di Viterbo e pubblichiamo: «Il bene comune è nelle mani di ognuno di noi». È questo uno dei passaggi forti dell’intervento del Presidente Nazionale di Azione Cattolica Franco Miano, nell’ incontro nella Salafranco-mianodella Parrocchia di Santa Maria della Grotticella. Un’interessante chiacchierata di novanta minuti in cui si è parlato di ciò che l’Azione Cattolica può dare alla Chiesa e al Paese, oltre che alla vita di ciascun aderente. «L’AC è

corresponsabilità -ha detto il Presidente Miano- in essa c’è la parola responsabilità, parola decisiva per ogni aderente. Responsabilità è rispondere ad un invito, ad una chiamata, ad una provocazione». L’appuntamento è stato aperto da monsignor Lino Fumagalli. Il Vescovo di Viterbo ha esortato gli educatori presenti ad essere portatori della tradizione dell’AC, finalità apostolica della Chiesa. Miano, per la prima volta nella Città dei Papi da Presidente Nazionale di Azione Cattolica, è stato poi accolto dalla Presidente Diocesana di AC Maria Cristina Bisti, la quale, oltre a salutare e ringraziare i sacerdoti della diocesi e i rappresentati delle altre associazioni presenti, ha ricordato la ventennale esperienza di Miano nella rappresentanza nazionale di Azione Cattolica in vari livelli: impegnato sin da bambino nella propria associazione parrocchiale della Diocesi di Nola, è stato consigliere nazionale, vicepresidente nazionale per il settore giovani prima e adulti poi; infine, dal Maggio 2008, Presidente Nazionale. Nell’intervista, condotta dal giornalista di TV2000 Pierluigi Vito, si è ricordato l’8 Dicembre, storica data di iscrizione all’Associazione, giorno in cui «la responsabilità di ogni aderente diventa corresponsabilità, perché l’Azione Cattolica, la più grande associazione di laici cattolici in Italia, non è “vita solitaria” ma “famiglia” in cui si è insieme nelle generazioni». Tanti altri i temi toccati: si è parlato di democrazia e “politica” che Miano ha detto essere patrimonio della vita associativa; è stato ricordato il paterno incontro del 9 Settembre scorso tra il Presidente e Papa Francesco.

Il Professore ha sottolineato la necessità per i laici cristiani di essere tessitori di relazioni con chi abbiamo accanto, per far sì che la gioia del Vangelo possa riempire il cuore di ognuno. Un’interessante ed intenso incontro, arricchito da filmati che raccontavano significative esperienze di Azione Cattolica: video dalle diocesi di Siena e Benevento, e in più il racconto di una famiglia di Lampedusa (diocesi di Agrigento), che ha ospitato un ragazzo giunto sull’isola con un barcone dall’ Africa. Segno di una accoglienza capace di costruire speranza”.

   

Leave a Reply