“Bagnaia e Villa Lante” il nuovo libro a cura di Marco Zanardi

di MARTINA DI BARTOLO-

BAGNAIA (VITERBO)- “Bagnaia e Villa Lante. Dal castrum medievale a luogo di delizie”, per edizioni Archeoares è il titolo del nuovo libro scritto da Marco Zanardi, storico d’arte ed archeologo.

Marco Zanardi è laureato in storia dell’arte e archeologia all’università Cattolica di Milano. Nel 2010 ha organizzato, allestito e curato la mostra “Viterbo che era, impronte di una città sparita” presso il museo civico di piazza Crispi. Ha preso parte a diversi scavi in provincia e collabora  con l’università della Tuscia come esperto di apparati decorativi rinascimentali. E’ anche guida turistica abilitata. Questa mattina, a Palazzo Gallo di Bagnaia, ha presentato nel corso di una conferenza stampa, il suo volume, che è stato descritto dall’autore stesso come:

“Il primo volume che effettivamente riunisce queste due realtà, Villa Lante e Bagnaia, che erano unite in epoca rinascimentale. Villa Lante è stata infatti trattata sempre in maniera separata. In questo libro tornano oggi ad essere comprese le sinergie che ci sono tra il borgo e la villa. Un lavoro durato tre anni. Ho avuto la possibilità di lavorare come collaboratore esterno di Villa Lante  e mi sono reso conto che non c’era niente che parlasse di affreschi e altre opere”.

L’autore ha poi spiegato come il libro sia nato inizialmente come una guida per poi diventare un vero e proprio libro e come alcuni dipinti siano stati scoperti nel corso di lavori di ricerca  e riportati poi all’interno del libro che narra anche le vicende dei tre giardini di Villa Lante

Con questo libro si avrà, pertanto, l’opportunità d’accesso ad opere d’arte inaccessibili.

Dal 17 settembre alle ore 10:00 in Villa Lante verranno effettuate delle visite guidate proprio legate alla presentazione del volume, mentre alle ore 15:00 si visiterà il borgo. Grazie poi ad una collaborazione con l’Università della Tuscia si potrà accedere al cantiere di restauro presente a Palazzo Gallo.

Domenica 19, invece, alle ore 10:00 si parte con il Borgo di Bagnaia e si visiterà nel pomeriggio Villa Lante. Queste visite sono prenotabili la sera stessa del 17 settembre, durante la presentazione del libro al pubblico, che avverrà a Villa Lante. Chi vorrà partecipare potrà inviare una mail all’indirizzo: info@visitarelatuscia.it

Dal 17 settembre il libro sarà acquistabile direttamente in Villa con uno sconto, mentre sarà disponibile in tutte le librerie di Viterbo dal giorno seguente e ordinabile online. Alla presentazione del libro erano presenti oggi l’assessore alla Cultura del comune di Viterbo, Marco De Carolis, il presidente dell’associazione Amici di Bagnaia, Aldo Quadrani e l’editore Archeoares Gianpaolo Serone. Quadrani ha spiegato : “La letteratura su Bagnaia è piuttosto scarsa, tanto ch l’ultimo libro risale agli anni Settanta. Ci sono stati poi volumi specifici, sempre su determinati argomenti. Questo libro invece racchiude totalmente Bagnaia e Villa Lante”.

L’assessore De Carolis ha poi evidenziato come l’associazione Amici di Bagnaia stia portando avanti un grosso lavoro di valorizzazione, mentre Gianpaolo Serone di Archeoares ha sottolineato l’operazione complessa dal punto di vista della ricerca realizzata da Zanardi, che è riuscito a ricostruire il filo rosso che collega il primo insediamento di Bagnaia con la vita del borgo e la realizzazione di Villa Lante.

Marco Zanardi è laureato in storia dell’arte e archeologia all’università Cattolica di Milano. Nel 2010 ha organizzato, allestito e curato la mostra “Viterbo che era, impronte di una città sparita” presso il museo civico di piazza Crispi.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE