Bandiera a mezz’asta e tre giorni di lutto cittadino a Civitella d’Agliano per le vittime in Sardegna

sindaco ManciniBandiera a mezz’asta e tre giorni di lutto cittadino per ricordare le vittime della catastrofe che si è abbattuta sulla Sardegna.

 

“E’ il lutto di un’intera nazione – commenta il sindaco di Civitella D’Agliano, Roberto Mancini – Esprimo solidarietà e vicinanza al popolo sardo che sta vivendo, in queste ore, una delle catastrofi naturali più devastanti mai viste fino ad ora”.

 

La Sardegna è in ginocchio e “piange” 16 vittime, tra le quali due bambini, e un disperso. Una catastrofe immane, con scene apocalittiche. Il gruppo comunale della Protezione civile di Civitella D’Agliano fin dalla prima ora ha messo a disposizione la propria squadra di volontari e i mezzi necessari per far fronte all’emergenza. “Gli uomini della Protezione civile – prosegue Mancini – sono pronti a partire in collaborazione con la sezione locale della Cri per cercare di portare sollievo e aiuti umanitari alle province più colpite dalla violenta bolla d’acqua. Rimaniamo in attesa delle disposizioni e delle azioni che la Prefettura e la Provincia di Viterbo intenderanno intraprendere”.

 

Una vera e propria strage: in 24 ore è caduta la pioggia di sei mesi. “Mi sembra doveroso intervenire in soccorso del popolo sardo – conclude il sindaco Roberto Mancini – anche perché molti nostri concittadini, residenti nei diversi Comuni della Teverina, hanno in Sardegna la propria famiglia”.

   

Leave a Reply