Barelli (Forza Civica): “La maggioranza è più attaccata ad interessi personali che alla città che rappresenta”

-Di ANDREI MAICOCI-

VITERBO – C’è stata oggi la conferenza stampa dei gruppi Consiliari di opposizione al Comune di Viterbo per commentare gli esiti della variazione al Bilancio di Previsione 2020. Le forze di opposizione sono unite contro la maggioranza, ritenuta “ostruzionista” da Giacomo Barelli (Forza Civica).

Alla conferenza hanno partecipato: Chiaria Frontini (Viterbo 2020), Alvaro Ricci (Pd), Massimo Erbetti (M5S), Giacomo Barelli (Forza Civica) e Lina delle Monache (Impegno comune). Uno alla volta i vari consiglieri comunali hanno espresso le proprie perplessità riguardo le varie tematiche relative al bilancio di previsione definito da Frontini “gestito in maniera totalmente disorganizzata”. Prosegue poi accusando l’amministrazione di essere fuori dal mondo e di agire senza tener conto della situazione di crisi nella quale la città si trova. Ma non è tutto così scuro per la consigliera: “Da una parte siamo soddisfatti per un paio di specifiche misure, ma dall’altra ci sono una serie di categorie sociali, che non hanno potuto ricevere supporto dall’amministrazione”. Prosegue poi il capogruppo del Pd, Alvaro Ricci, con una sfida. “L’opposizione riesce a fare sintesi sui problemi della città, cosa che la maggioranza non riesce a fare ed è una garanzia per la città”. Il consigliere prosegue poi con la messa in luce di alcune problematiche per quanto riguarda progetti che non sono stati minimamente considerati dal consiglio comunale, come ad esempio lo stanziamento dei fondi per far tornare in vita il museo civico di Viterbo, da anni ormai prossimo alla rovina. Prosegue poi affermando che la rabbia dell’opposizione viene ovviamente dalla bocciatura delle proposte, ma viene anche dal fatto che non abbiano ricevuto delle controproposte.

Prende poi la parola la consigliera di Impegno Comune Lina delle Monache affermando che la variazione del bilancio è stata all’insegna dell’incertezza e del caos. Punta la lente contro la scuola di S. Martino, la quale è chiusa da mesi per problemi di radon. Bocciati anche emendamenti riguardanti sussidi alle famiglie con figli con grave disabilità, nonostante avesse avuto parere positivo. “Credo che sia opportuno che con l’arrivo di questi milioni di euro dal governo la maggioranza voglia collaborare con l’opposizione per il bene della città. Fino ad ora abbiamo visto prevalere l’appartenenza politica al bene della città”.

Giacomo Barelli (Forza civica) ha definito la manovra come “ostruzionismo della maggioranza” nei confronti dei cittadini e della città attraverso i “No” espressi alle proposte di investimento dell’opposizione. Il consigliere afferma anche che i pochi investimenti (a detta sua) giusti, derivano da “blitz” dell’opposizione. Barelli finisce con una sfida molto accesa alla maggioranza: “Ci siamo trovati di fronte a questa ostruzione. Ci sarà maggiore durezza. Da un lato un’ancora più rigorosa

Massimo Erbetti

attenzione sui pareri della maggioranza e dei dirigenti. Dall’altro, appena sarà possibile informeremo i cittadini su quello che succede all’interno del consiglio comunale”.

Conclude infine gli interventi Massimo Erbetti (M5S). Il consigliere afferma molto duramente che la maggioranza non ha le capacità di proporre nulla, perché tutte le proposte sono un “copiaticcio” di quelle fatte dall’opposizione e fatte passare come proprie. “Secondo chi propone la maggioranza approva o rifiuta e per le stesse motivazioni tra l’altro. I pareri dei tecnici sono parerei reali oppure sono dati da altro?”

Print Friendly, PDF & Email