Basilica di Santa Maria della Quercia, ricordata la XXXII Giornata Mondiale del Malato

di MARIELLA ZADRO –

VITERBO – Fu papa Giovanni Paolo II nel 1992 ad istituire la Giornata Mondiale del Malato e fissare la ricorrenza, 11 febbraio, giorno che ricorda la prima apparizione della Madonna alla piccola Bernadette.

Il cuore dell’UNITALSI (Unione Nazionale Italiana Trasporti Ammalati Lourdes e Santuari Internazionali) è il pellegrinaggio a Lourdes presso la grotta di Massabielle.

In questa giornata sono molte le iniziative organizzate per tracciare un ponte immaginario tra i numerosi pellegrini presenti a Lourdes, gli ospedali, le case di riposo e le proprie case.

Papa Francesco, durante la cerimonia a San Giovanni in Laterano ha concluso la sua preghiera con una considerazione che:

“Gli ammalati, i fragili, i poveri sono nel cuore della Chiesa e devono essere anche al centro delle nostre attenzioni umane e premure pastorali. Non dimentichiamolo! E affidiamoci a Maria Santissima, Salute degli infermi, perché interceda per noi e ci aiuti ad essere artigiani di vicinanza e di relazioni fraterne”.

Anche nella nostra città, presso il Santuario Basilica di Santa Maria della Quercia, alla presenza del vescovo Orazio Francesco Piazza,  con la partecipazione di numerosi pellegrini unitalsiani ,ospiti di case di cura e i Cavalieri di Malta, è stata celebrata questa giornata   per focalizzare  l’importanza del messaggio mariano di speranza e conforto per chi soffre.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE