Bassano Romano: l’assessore all’Ambiente finalmente risponde a Tuscia Times

conscomBRCome d’incanto questa volta il cellulare non ha squillato a vuoto… Pronto assessore Pierallini! Finalmente! E’ un vero piacere poter parlare con lei… “Pronto ma chi è?”. Faraglia, Tuscia Times. “Ah buongiorno, m’ha riservato proprio un bel buongiorno stamattina eh?”. Salve a lei, l’ho chiamata miriadi di volte al cellulare e non m’ha mai risposto. Perché? “Non mi risulta”.

 

Non ha trovato sul suo cellulare chiamate dallo 0761…… né dal 329…….?

 

“No”.

Stranissimo, davvero. Comunque adesso ci siamo. A quanto pare non le è piaciuto il nostro articolo sulla questione impianto di recupero rifiuti nell’ex cementificio?

 

“Quel titolo lì non è corretto come informazione”.

 

Quindi secondo lei è normale che una ditta presenti una richiesta per realizzare un impianto di recupero rifiuti e metta prima un codice (190111), poi, dopo il polverone mediatico scoppiato a causa sempre dei soliti “provocatori” cambi il codice (190112) e tutto fila liscio, così, come se niente fosse…

 

“No, non è normale, e infatti i dubbi restano. E’ proprio per questo che abbiamo presentato ricorso, per opporci a questo progetto. Ma questo nel comunicato l’abbiamo scritto, abbiamo informato la popolazione, non abbiamo nascosto nulla. Guardi, anzi guarda, visto che ci davamo del tu, noi ne abbiamo passato di cotte e di crude. Mi sono chiesto, ma sono diventato mafioso? E’ nato anche un circolo contro le mafie e la corruzione. Come se fossimo passati dall’altra parte… Personalmente sono contrario anche idelogicamente a questo impianto, ma quel che conta è che c’è un procedimento giudiziario in corso e che ci sono buone notizie da dare. Perché quel titolo? Alcune cose vanno viste a 360 gradi e c’è qualcuno invece che non ha nemmeno la capacità culturale di comprendere quel che succede…”.

 

Il problema è di metodo: se voi mandate un comunicato a due quotidiani on line che non hanno seguito la vicenda passo passo come Tuscia Times e che, magari non sanno neppure dove si trovi il cementificio, beh, si può anche pensare male, no?

 

“Ma la vostra mail ce l’ha il sindaco, non so… E’ vero, magari, non ho risposto al telefono. C’è un problema di mailing list. Mi dia l’indirizzo e lo inseriamo subito”.

 

Bene… redazione@tusciatimes.eu 

 

“Comunque se il nostro avvocato si sbilancia è perché alla luce di tutti questi elementi e visto che sarà fissata un’udienza noi abbiamo tutto il tempo per prepararci al meglio. La questione dovrà essere valutata nel merito e ci vorranno circa due anni prima che la decisione venga presa. E’ per questo che, vista la disponibilità manifestata dall’avvocato Ranieri, presto organizzeremo un’assemblea pubblica dove faremo il punto della situazione con i cittadini. Tirar fuori quei dubbi, però, non aveva senso…”.

 

Dunque i dubbi sono condivisi dall’assessore. I lettori si faranno ognuno la propria idea. Per ora, va da sé che l’unico tono trionfalistico che ci sembra giustificato è quello relativo all’inserimento del nostro indirizzo nella mailing list dell’assessore e, speriamo, anche del Comune di Bassano Romano.  

   

Leave a Reply