Benedetta Craveri sabato 21 alla Biblioteca Consorziale

VITERBO –  Domani alle ore 17 nella Sala Conferenze della Biblioteca Consorziale, accessibile dal secondo piano di Viale Trento al civico 18/E, interverrà Benedetta Craveri, critica letteraria e scrittrice per presentare il suo libro “Gli ultimi libertini” (Adelphi). Ne discuteranno con lei i professori dell’Università della Tuscia Enrico Parlato (Storia dell’Arte moderna) e Saverio Ricci (Storia della Filosofia).

“Questo libro – dichiara l’autrice – racconta la storia di un gruppo di aristocratici la cui giovinezza coincise con l’ultimo momento di grazia della monarchia francese”.

Sette personaggi emblematici – il duca di Lauzun, il conte e il visconte di Ségur, il duca di Brissac, i conti di Narbonne e di Vaudreuil e il cavaliere di Boufflers – scelti per “la consapevolezza con cui vissero la crisi di quella civiltà di Antico Regime…con lo sguardo rivolto al mondo nuovo che andava nascendo”.

L’autrice di Amanti e Regine con la “grazia somma della cultura, della curiosità, del pensiero, della scrittura magnifica” che tutti le riconoscono, ripercorre queste sette vite parallele fino all’evento in cui tutte convergeranno – la Rivoluzione – e dopo il quale ciascuno degli “Ultimi Libertini” seguirà il proprio destino.

Libertini-libro_CraveriBenedetta Craveri acquista notorietà internazionale come autrice di saggi e monografie sulla vita intellettuale dei salotti francesi. Profonda conoscitrice del classicismo transalpino del Settecento e dei primi anni dell’Ottocento, ha curato l’edizione italiana dell’opera di André Chénier. Membro dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana, scrive anche per pagine culturali di prestigiosi quotidiani e periodici internazionali, fra cui “La Repubblica”, “The New York Review of Books” e la “Revue d’histoire littéraire de la France”. A Parigi è stata insignita del prestigioso riconoscimento di “ufficiale” dell’Ordre des Arts et des Lettres.

“E’ un grande onore ospitare all’interno de Gli Speciali un’altra autrice Adelphi, Benedetta Craveri, che ha insegnato nell’Università della Tuscia, presentando questo straordinario libro sulla cultura e la storia francese” sottolinea Paolo Pelliccia, Commissario Straordinario della Biblioteca Consorziale di Viterbo.

Print Friendly, PDF & Email