Biblio-reading: al Complesso San Sisto di Montalto in scena “In nome della madre”, il 18 gennaio

MONTALTO DI CASTRO (Viterbo) – Prosegue la seconda edizione di Biblio-reading del Comune di Montalto di Castro, dedicata alla promozione alla lettura. Un progetto che ha visto numerose iniziative già nel periodo natalizio, e apre il 2019 con il primo appuntamento venerdì 18 gennaio alle ore 18:00 presso il Complesso monumentale San Sisto.

“In nome della madre”: un reading musicale a cura della Compagnia Teatrale Teatro Studio di Grosseto, tratto dal racconto di Erri de Luca con musiche ed estratti dalla buona novella di Fabrizio de André. L’ingresso è gratuito.

Nota critica.  La nascita di Ieshu è, nel racconto di Erri De Luca, l’esperienza di una donna ebrea, Miriàm, il cui nome è simbolo e segno di un corpo che si apre e che si chiude, come le lettere dell’alfabeto ebraico che aprono e chiudono il suo nome, come il corpo di ogni madre terrena. La narrazione, è il racconto dei pensieri di una madre, le sue paure, le sue aspettative. Una giovane donna che non cerca chiarimenti a ciò che le è accaduto, ma accetta come un dono posto nel suo ventre la nuova vita che cresce. Come una qualsiasi altra madre. Il resto, è tutto intorno a lei: fuori.

Note di regia. Nella formula del reading musicale, nella dinamica della lettura scenica, delle suggestioni di drammatizzazione, il testo di Erri de Luca, viene fuori con tutta la potenza delle parole, dei contenuti, della sonorità poetica propria della sua prosa.  Un omaggio al testo quindi, una restituzione quanto più possibile pura della letteratura.

Le musiche, le canzoni, attinte in parte dall’opera di Fabrizio de Andrè, La buona novella, rafforzano e sottolineano il tentativo di rendere Miriam quanto più possibile donna e tracciano immagini, suggeriscono ritmi, i ritmi di quel viaggio, di quel prodigio, che ad ogni nascita si rinnova.

La parte musicale si articola tra suoni popolari ed arrangiamenti da De Andrè, efficacissimi, creando un dialogo tra chitarra, voce e clarinetto, in grado di emozionare e sciogliere l’ascolto.

Interpreti: Enrica Pistolesi, Daniela Marretti, Luca Pierini; Clarinetto e voce: Francesco Melani; Chitarra: Paolo Mari; Regia: Daniela Marretti

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la