Bomarzo: ottimo risultato per “Tuscia deliziosa”

La manifestazione di sabato e domenica scorsi,Tuscia Deliziosa, promossa dal Comune di Bomarzo a Palazzo Orsini con la Regione Lazio e la Pro Loco si è conclusa con una affluenza straordinaria di visitatori. Il fiore all’occhiello deglibomarzo2 organizzatori è rappresentato da un evento inserito all’interno della manifestazione stessa chiamato“Il Convivio” e voluto , dall’Associazione Arte e Benessere, coadiuvata da Re.S.T. e da Confartigianato di Viterbo. I promotori

hanno invitato tutti a sperare in un futuro e per questo combattere, dove il prodotto della terra e la terra stessa non siano contaminati né manipolati per interessi di parte a danno del produttore e del consumatore. Rilevati con plauso e consenso, da parte del folto pubblico intervenuto, gli interventi di Riccardo Valentini e Michele Greco; l’uno, rappresentante l’Università della Tuscia, da studioso e docente in Agronomia, ha dato indicazioni ed informazioni per una sana gestione del territorio, per produrre agricoltura biologica, per allevare, in una terra da sanare, bestiame di qualità e, infine, per difendere il Made in Italy, continuamente contraffatto dalla concorrenza estera e dalle mistificazioni del mercato multinazionale. Michele Greco, responsabile d’un programma in corso all’Università La Sapienza di Roma, “Vite Parallele”, ha rivolto parole severe contro quanti pur presenti e partecipi agli eventi in corso, sono in realtà assenti e distaccati dai problemi della cultura e della sana alimentazione; attratti, più dalle feste e dalle sagre paesane che da quegli eventi che mirano alla crescita culturale ed alla prevenzione contro il malessere d’un alimento alterato ed inquinato a fini puramente speculativi.

Apprezzato l’intervento propositivo del Sindaco, Roberto Furano, quelli chiarificatori e conclusivi dell’ agronomo Ludovico Botti , del presidente di Arte e Benessere, Giuliana Ceso e quello di Alessandra De Simone che ha sottolineato aspetti insospettabili della nostra crisi dove la nostra Moneta è soggetta alla mistificazione ed all’uso improprio, utili al raggiro ed all’arricchimento dei poteri bancari e delle multinazionali.

La manifestazione, che merita essere visitata perché unica nel suo genere, mette in dialogo e a confronto undici artisti e dieci produttori di agricoltura biologica, tutti della Tuscia. “Il Convivio” resterà visitabile con le opere degli artisti e i prodotti delle Aziende fino alla fine del corrente anno. Detto periodo vedrà lo svolgersi di altri incontri, convegni e tavole rotonde che metteranno in luce progetti di possibile futuro lavoro giovanile nel settore agricolo ed artistico.

Artisti partecipanti: Giò Coppola,Tommaso Cascella, Massimo De Angelis (Demas), Luigi Riccioni, Marco Rossi, Gaetano Alfano, Barbara Migno, Cristina Paesani, Nino Ajossa, Rosario Majo D’Aloisio. Aziende Agricole: Antico Granaio Poppi Gaudenzi, TreBotti, Il Sambuco, Il Molinaccio, Valentini, Petrignanum, Fattoria di Alice, Cibarius, Casale Vecchio, Poggio della Bandita. Particolare merito va all’Associazione Corale “Roma Polifonica di Roma, all’interessante intervento di Antonello Ricci su “Bomarzo nelle pagine di Archeologi, scrittori e viaggiatori”, a Marco Maria Melardi in “Bomarzo e i suoi miti” e infine a Antonio Monchini per aver realizzato un cortometraggio su “Il pane e le rose”-

   

Leave a Reply