‘Borghi Teatrali’ conquista San Pellegrino, bene anche negli ex municipi

Tetraedro S Pellegrino 3‘Borghi Teatrali’ conquista San Pellegrino, bene anche gli spettacoli negli ex municipi. E’ stata la domenica del Tetraedro, capace di riempire il quartiere medioevale di ragazzini e famiglie. Immagini bellissime, da cartolina, nei caratteristici angoli della parte più antica della città dei Papi.

Una vera e propria folla ha assistito per un’ora all’incredibile storia del mago di Oz. Tutto perfetto: dal leone senza coraggio, ma poi in grado di trovarlo, all’uomo di latta senza cuore (anche per lui in conclusione arriva il momento di averne uno), passando per lo spaventapasseri senza cervello, capace non solo di riceverne uno alla fine della storia ma soprattutto di interagire continuamente con i bambini del pubblico. Circa duecento persone hanno aderito all’ultima tappa su Viterbo città di ‘Borghi Teatrali’. Non male anche la situazione di San Martino al Cimino, intrattenuta da ‘La serva padrona’ dei Funamboli, e Grotte Santo Stefano, dove è andato in scena ‘Storie nostre. Fiabe e racconti della tradizione’ a cura di AstArte. L’iniziativa, nata dalla collaborazione e dal lavoro in sinergia tra tre associazioni del territorio (Tetraedro, AstArte e Funamboli), si è articolata in dodici messe in scena che hanno interessato Viterbo città, Bagnaia, Grotte Santo Stefano e San Martino al Cimino. Un progetto pilota inserito all’interno del Settembre Viterbese e promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Viterbo. Un progetto che nasce per rispondere essenzialmente a tre funzioni: fare appassionare al teatro ragazzi e famiglie, costruire sinergie tra associazioni operanti sul territorio e avvicinare gli ex municipi a Viterbo città. Obiettivi che questa prima edizione è riuscita a cogliere, con la consapevolezza che il cammino va perfezionato e condiviso anche con altri operatori culturali, per fare di ‘Borghi Teatrali’ un momento di grande interesse e coinvolgimento nella programmazione annuale delle attività culturali territoriali.

   

Leave a Reply