Bracciano Ambiente: modifica organismo societario

Bracciano- Ulteriore riduzione della spesa e una verifica costante degli atti dell’amministratore unico. Queste le motivazioni delle quali ha parlato ieri Bracciano-784823al Consiglio comunale di Bracciano il sindaco Giuliano Sala in relazione al punto all’ordine del giorno “Organo Amministrativo Bracciano Ambiente spa. – Modifica organismo societario – Nomina amministratore unico”. A dirigere la società multiservizi interamente di proprietà del Comune di Bracciano ci

sarà ora un amministratore unico e non più un consiglio di amministrazione di tre membri due dei quali dipendenti comunali. “Se è vero che – ha detto il sindaco – i due dipendenti comunali non percepivano alcun compenso per appartenere al consiglio di amministrazione, è pur vero che la società versava al Comune una somma di 30mila euro circa oltre agli oneri riferiti al trattamento di fine mandato”. Il sindaco ha inoltre sottolineato riferendosi all’introduzione dell’istituto dell’amministratore unico “sia necessaria una verifica più stringente dei vertici istituzionali”. Nel corso della discussione i consiglieri di minoranza hanno espresso forti critiche nei confronti del presidente uscente della Bracciano Ambiente chiedendone le dimissioni oltre all’avvio di azioni di responsabilità nei suo confronti. Consegnate inoltre al segretario comunale dal consigliere Elena Carone Fabiani 1.500 firme con le quale si è chiesta la revoca del mandato del presidente della Bracciano Ambiente.

Le minoranze hanno inoltre puntato il dito contro i recenti licenziamenti di 21 dipendenti della Bracciano Ambiente. Le minoranze hanno poi riferito di una nota dell’attuale direttore generale Andrea Riccioni indirizzata al segretario generale nella quale si formulavano alcune ipotesi future rispetto alla funzionalità dell’impianto di smaltimento di Cupinoro. Il sindaco ha sottolineato come la nota citata costituisca solo “farina del sacco del direttore generale”, che quanto oggi previsto presso l’impianto costituisce una profanazione di quanto contenuto nell’autorizzazione regionale del 28 maggio 2007, sotto la precedente amministrazione comunale. Riguardo ai lavoratori ha sottolineato come attraverso uno specifico bando emesso nella stessa giornata di ieri (consultabile sul sito braccianoambiente.it) quattro dei lavoratori licenziati possano essere rioccupati sia pure con mansioni differenti. Al momento del voto i consiglieri di minoranza hanno lasciato l’aula per protesta. Il punto all’ordine del giorno è stato approvato a maggioranza. Con successiva votazione a maggioranza è stato riconfermato come amministratore unico il presidente uscente Marcello Marchesi.

Sul tema http://www.terzobinario.it/wp-content/uploads/2013/10/consiglio-bracciano2.jpg “Discarica di Cupinoro: progetti e prospettive”, in collaborazione con i Comitati di Quartiere e i Consigli di Frazione, sono in programma nuovi incontri aperti tra l’amministrazione comunale di Bracciano e la cittadinanza. Venerdì 15 novembre alle 21 è fissato incontro con i cittadini della frazione di Vigna di Valle-Rinascente presso i locali della parrocchia. Nuovo appuntamento il 30 novembre alle 18 a Castel Giuliano presso i locali della ex scuola musica.

   

Leave a Reply