Bracciano: nettezza urbana 2013, prima rata in scadenza il 30 settembre

Decisione del Consiglio comunale di Bracciano di ieri Due rate, con data 30 settembre e 31 dicembre 2013, per il pagamento del tributo comunale sui raccolta-differenziata1rifiuti e sui servizi per l’anno 2013. E’ quanto è stato deliberato ieri dal Consiglio comunale di Bracciano in riferimento alle spettanze dovute per la nettezza urbana. Le procedure sono investite quest’anno dal

passaggio dal sistema tariffario Tarsu a quello Tares. Nella sua relazione l’assessore al Bilancio Claudio Ciervo ha sottolineato che la prima rata avrà un ammontare del 60 per cento dovuto nell’anno 2012. La seconda rata, con scadenza 31 dicembre 2013, verrà invece determinata successivamente in base anche alle nuove disposizioni normative. Tra le novità l’imposta aggiuntiva che verrà incamerata nelle casse dello Stato nella misura di 0,30 euro per ogni metro quadro dell’immobile considerato ai fini della Nettezza Urbana e che andrà pagato, unitamente all’importo che verrà disposto per la seconda rata del 31 dicembre 2013, o tramite modello F24 o con specifico bollettino postale. Nel corso della discussione il consigliere Marcello Jacono Pezzillo ha sollecitato un maggiore impegno dell’amministrazione nel garantire la pulizia di Bracciano stante lo scarso senso civico di molti cittadini che continuano a gettare rifiuti in strada, mentre il consigliere Elena Carone Fabiani, ricordando l’esperienza già in atto per le cittadine aderenti all’Associazione Comune Virtuosi, ha sollecitato l’amministrazione ad introdurre un sistema di incentivi per i cittadini che, in linea con le strategie Rifiuti Zero, producano meno rifiuti. Il consigliere Alfredo Massi ha richiesto chiarimento in merito ai tempi di recapito dei bollettini prestampati per la prima rata del 30 settembre. L’assessore Ciervo ha spiegato che i bollettini verranno recapitati in tempo utile mentre l’assessore alle Politiche Ambientali Paola Lucci ha sottolineato che oltre ai controlli e alle multe per quei cittadini che ancora non si attengono alle procedure della raccolta differenziata sono in programma iniziative di sensibilizzazione sia della cittadinanza che degli studenti per accrescere la consapevolezza di buone pratiche ambientali e ha aggiunto che a medio termine, nell’ottica della strategia Rifiuti Zero, al quale il Comune ha aderito con specifica delibera, verranno introdotti dei sistemi in grado di misurare la quantità del rifiuto di ciascuna famiglia e dei conseguenti sistemi di incentivazione per le famiglie che producano una minore quantità di rifiuto indifferenziato.

   

Leave a Reply