“Call center 3.0” in scena al teatro “Petrolini” di Ronciglione, venerdì 15 febbraio

RONCIGLIONE ( Viterbo) – Dopo Giorgio Pasotti sbarca al teatro comunale Petrolini di Ronciglione la comicità di “Call center 3.0 – Un mondo migliore è possibile”, in anteprima nazionale.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21 di venerdì 15 febbraio, ma gli spettatori sono invitati ad arrivare con anticipo per prendere parte all’apericena gratuito promosso dall’Istituzione comunale Teatro: “Alle 19.30 sarà possibile partecipare all’apericena che precede lo spettacolo, incluso nel costo del biglietto – ha dichiarato il consigliere delegato al teatro, Mauro Scialanca. “Un’iniziativa carina pensata per coinvolgere il pubblico a 360°, prima, durante e dopo lo spettacolo con autografi e foto insieme agli attori”.

Un cast comico d’eccezione, composto da Franco Oppini, Milena Miconi, Luca Capuano, Karin Proia, Pietro Genuardi, Roberto D’Alessandro e Cecilia Taddei. Lo spettacolo è scritto e diretto da Roberto D’Alessandro; una produzione di Mauro Atturo e Nicola Canonico.

Chi di noi non ha mai ricevuto una telefonata da un Call Center?

E’ il 31 dicembre e Giovanna per raggiungere l’obiettivo annuale compone un numero di telefono che cambierà le sorti di tutti.

Sembrava essere una delle tante per Giovanna che l’ultimo giorno dell’anno si ostina a raggiungere il suo obiettivo di fine produzione ed invece compone un numero di telefono che coinvolgerà l’intero Call Center in un episodio dal risvolto tragicomico.

Una commedia di situazione, dove l’umanità dei personaggi e i loro rapporti animano una notte di San Silvestro per tutti indimenticabile. Una commedia brillante, a tratti tragica, a tinte rosa, con un finale che porta speranza e felicità come solo l’ultimo dell’anno sa fare.

I biglietti sono disponibili online su Ciaotickets o presso la Tabaccheria Centrale di Scialanca Mauro e Simone, in piazza Vittorio Emanuele 19 (biglietto intero 20 euro/ ridotto 16 euro – apericena compreso nel costo del biglietto). Per info: 338.2295379 Mauro / 366.9731522 Renzo / 338.5660065 Manuela.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la