Campionato di promozione (girone B), nona giornata, Vigor Acquapendente – Fiano Romano 1-1

VIGOR ACQUAPENDENTE: Nulli, Picchiotti, Borges (40° Cannavacciolo), De Grossi, Nuccioni, Avola, Tonelli, Evangelisti (64° Bedini), Del Giusto, Zammarchi (78° Colonnelli), Saleppico A DISPOSIZIONE: La Vecchia, Loreti, Barberini, Zanoni ALLENATORE: Fatone calcio-piede

FIANO ROMANO: Rengegni, Mirt, Verlicchi, Viola, Mosconi (46° Mastino), Pannitti, Ushe (58° Bocchini), Urbani, Salvati (81° Mancini), Gianfelice, Pandimiglio A DISPOSIZIONE: Ronzani, Bracalente, Dinoia, Costantini ARBITRO: Ubaldi di Roma I coadiuvato dai collaboratori di linea Filabozzi ed Ardanese di Roma 1 MRCATORI: 24° EVANGELISTI (VIGOR ACQUAPENDENTE), 88° Gianfelice (Fiano Romano) NOTE: Ammoniti 18° Pandimiglio (Fiano Romano), 31° BORGES (VIGOR ACQUAPENDENTE), 88° Salavati (Fiano Romano) La marcatura di Gianfelice a due minuti dal triplice fischio finale di Ubaldi, nega alla Vigor Acquapendente di agguantare il primo posto in classifica. Ma è anche l’ultimo episodio di un match impegnativo e difficile per il team del Tecnico Fatone. Reso ancor più complicato da un Fiano Romano che, sopratutti

nel secondo tempo, ha ampiamente dimostrato di poter orbitare stabilmente nei quartieri nobili della classifica. Le conclusioni di Ushe e Pandimiglio sulle quali Nulli si supera, dimostrano da subito che il pomeriggio sportivo non sarà facile per i viterbesi. E’ Del Giusto al 24° a fornire un meraviglioso cross per la testa di Evangelisti. Che porta in vantaggio i locali che soprattutto con le giocate di Tonelli e le percussioni di Nuccioni anestetizzano con il passare dei minuti la creatività fianina. Le conclusioni di Zammarchi, De Grossi e Saleppico a fine frazione dimostrano che gli aquesiani avrebbero ampiamente meritato il raddoppio. L’occasionissima fallita al 60° da Saleppico, chiude ufficialmente la gara d’attacco dei gialloblù. Che si limitano controllare una manovra ospite che con il passare dei minuti diventa sempre più incisiva. Dopo la bella conclusione di Mastino, l’arbitro concede al minuti 72° un calcio di rigore ai fianini per fallo su Bocchini.

Lo stesso numero 18 viene iptonizzato dal dischetto da uno stratosferico Nulli che ribatte in angolo il tiro dagli undici metri. Al minuto 81 il pareggio sembra cosa fatta. Bocchini batte a botta sicura ma Avola si immola sulla riga e respinge d’istinto la conclusione. Sei minuti dopo arriva il pareggio di Gianfelice. IL DOPOPARTITA Piove incessantemente sul Vitali. E l’acqua non è foriera di ottime notizie in casa aquesiana. Che proprio nel finale si vedono sfuggire tre punti determinanti in chiave classifica.

Dopo un breve faccia a faccia con i giocatori, spetta ad un comunque tranquillo e rilassato Riccardo Fatone analizzare novanta minuti davvero battagliati. Con protagoniste due squadre che meritano ampiamente di restare fino alla fine nei quartieri alti della graduatoria. A piacere al Tecnico aquesiano è stato soprattutto l’approccio gara del primo tempo. “Sapevamo di dover affrontare una squadra buona e qualificata in tutti i reparti”, sottolinea, “e nel primo tempo siamo riusciti pienamente nel compito di valorizzare peculiarità caratteristiche del nostro: velocità e precisione in fase di verticalizzazione.

Ne è uscito fuori un undici in grado di passare in vantaggio e di sfiorare in tre occasioni un vantaggio che ci avrebbe permesso di affrontare con maggiore tranquillità la seconda parte di gara”. Lucida e chiara la disamina di un secondo tempo che proprio in coda ha concesso agli ospiti la rete del pareggio. “Dopo aver fallito l’ennesima occasione per dare al match una decisa tendenza a nostro favore”, sottolinea, “abbiamo avuto a che fare con una reazione ospite che è sfociata nel finale nella rete del pareggio. Un risultato che onestamente ritengo meritato dai nostri avversari, che proprio negli ultimi venti minuti hanno alzato il baricentro del gioco e cercato con continuità ed incisività il risultato”. La mente è rivolta al futuro. E più precisamente alla gara esterna contro la capolista Valle del Tevere in programma Domenica 17 Novembre alle ore 11.00 “Con il pareggio strappato sul difficile campo di Montespaccato”, sottolinea, “la Valle del Tevere ha dimostrato di essere in grado con il gioco di dare ottima continuità alla striscia positiva di risultati. Ma tutto questo non deve assolutamente impressionarci.

Prepareremo come solito con attenzione la gara. Cercando di valorizzare le nostre qualità che ci permettono di giocare a viso aperto su tutti i campi. Senza assolutamente rinunciare alla ricerca del massimo risultato sull’onda di una manovra di gioco sempre e comunque propositiva”.

   

Leave a Reply