Canino, cinquantatreesima Sagra dell’Olivo: le iniziative dell’Officina delle Arti e dei Mestieri

Prima Sagra dell’Olivo, quella dell’Officina dell’Arte e dei Mestieri. Nonostante, infatti, a Canino si sia festeggiata la 53esima Sagra dell’Olivo, per lo spazio giovani, inaugurato lo scorso luglio, si è trattata della prima partecipazione alla kermesse dell’olio. Dopo il successo della serata del 30 novembre al Teatro comunale con il concerto di Yasmin Kalach, l’Officina ha “traslocato” presso P.zza Valentini allestendo uno stand informativo nelle giornate di sabato 7 e di domenica 8 dicembre. Il pomeriggio di sabato è stato contornato dalle

note dei bravissimi ragazzi del Centro d’Aggregazione Giovanile di Tarquinia, mentre, per quanto riguarda la domenica, l’Officina si è attivata già nella mattinata. Lo spazio giovani ha, infatti, messo a disposizione della rievocazione storica “Le Cornamuse del Drago” che, coi loro abiti medioevali e con gli strumenti dell’epoca, hanno preso parte alla Canino Medioevale che ha animato di novità e di allegria questa 53esima Sagra dell’Olivo. Nel pomeriggio, invece, al “Salottino dell’Officina” boom di presenze per la diretta di Radio Verde. Ai microfoni del salottino, oltre che lo speaker Davide Lo Conte, anche molti organizzatori della Sagra, amministratori locali e molti dei ragazzi e professori che quotidianamente frequentano L’Officina di Canino. “Quella della Sagra, è stata un’esperienza simpatica e divertente, commenta il consigliere con delega alle Politiche Giovanili Mauro Colagè. L’Officina dell’Arte e dei Mestieri è un costrutto di energie positive e di idee nuove che cresce e si evolve continuamente. Un grande supporto e un ammirevole senso di collaborazione, continua il consigliere, quello che l’Officina ha dato a questa 53esima Sagra dell’Olivo. Per me è veramente motivo d’orgoglio e soddisfazione.” Un successo giovanile, quanto grande, quindi, quello che ha caratterizzato questa prima sagra dell’Officina dell’Arte e dei Mestieri.

   

Leave a Reply