Cantieri Pnrr, il Comune punta a chiuderne la metà entro il 2024

di REDAZIONE-

VITERBO- L’assessore all’Urbanistica di Viterbo, Emanuele Aronne, rassicura i cittadini sullo stato di avanzamento dei progetti finanziati con i fondi europei del Pnrr, nonostante le recenti proroghe concesse alle aziende che lavorano su tre opere cruciali: la pista ciclabile, il PalaMalè e la piscina comunale. Aronne ha spiegato che i rallentamenti sono dovuti principalmente a questioni tecniche e burocratiche.

Per quanto riguarda la pista ciclabile, i lavori sono stati temporaneamente fermati a causa del cedimento di una fogna, che ha richiesto riparazioni aggiuntive. Tuttavia, Aronne assicura che il progetto è in linea con il programma previsto nonostante la proroga richiesta dall’impresa.

Nel caso del PalaMalè, i lavori sono stati sospesi per permettere lo svolgimento di competizioni sportive all’interno della struttura. Inoltre, è in corso un’approvazione ministeriale per una variante del progetto.

Per la piscina comunale del Murialdo, l’ostacolo principale è di natura logistica, con ritardi dovuti alla lentezza nel reperimento del materiale e all’approvazione delle varianti ministeriali.

Nonostante gli imprevisti, i cantieri rispetteranno i tempi previsti dalle proroghe. La scadenza del progetto è nel marzo 2026, ma si mira a completare metà dei cantieri entro la fine dell’anno in corso.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE