Carabinieri di Corchiano: denunciato 30enne rumeno per lesioni gravi

CORCHIANO (Viterbo)- Nel tranquillo paese di Corchiano, i carabinieri hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Viterbo un cittadino rumeno di 30 anni, protagonista di un brutale episodio di violenza.
L’aggressione, denunciata da un connazionale di 50 anni, ha avuto luogo il giorno di Santo Stefano nella piazza del paese. Secondo quanto riportato dal querelante, una discussione tra i due, forse acuita dal consumo di alcolici, è sfociata in una violenta lite che ha portato alle mani.
Durante l’alterco, la vittima è stata brutalmente aggredita al volto, subendo fratture che richiederanno ben 30 giorni di cure. Nonostante le circostanze, il malcapitato è riuscito a fornire agli investigatori una dettagliata descrizione fisica dell’aggressore.
Grazie a queste informazioni, e a particolari connotati fisici, i carabinieri sono riusciti prontamente a individuare e identificare il responsabile dell’aggressione. Il caso è ora nelle mani della Procura della Repubblica di Viterbo, che dovrà valutare le accuse mosse nei confronti del 30enne rumeno, coinvolto in un episodio di violenza che ha scosso la comunità di Corchiano.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE