Carabinieri. Proseguono i controlli nella Tuscia

VITERBO – Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Viterbo hanno aumentato il volume dei controlli portando a termine alcune operazioni di polizia giudiziaria.A Soriano nel Cimino (VT), i militari hanno tratto in arresto in flagranza una cinquantunenne romana risultata evasa dagli arresti domiciliari. La donna, fermata da militari della locale Stazione in servizio di pattuglia, non aveva alcun titolo per uscire dal luogo dove stava trascorrendo la sua detenzione, perciò è stata tratta in arresto per evasione ed è stata nuovamente ristretta presso la propria abitazione nella capitale. Invece a Viterbo  è stato notificato un provvedimento di esecuzione per la carcerazione nei confronti di un settantenne viterbese ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è stato emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo.  I carabinieri hanno portato il settantenne al carcere di Mammagialla. A seguito di controlli un un quarantatreenne già agli arresti domiciliari, è stato arrestato e tradotto verso la casa circondariale di Mammagialla, poiché ritenuto responsabile di tentata rapina e violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale, commessi il 7 aprile 2021 a Grosseto. Infine sempre a Viterbo nella notte appena trascorsa è stato denunciato un trentenne italiano che poco prima dell’una nel bar Grandori aveva sottratto l’incasso della giornata approfittando di una distrazione dei dipendenti, minacciandoli con un coltello una volta scoperto. Datosi alla fuga,  è stato rintracciato ed identificato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile. L’uomo, già gravato da altri precedenti penali, è stato  deferito alla procura di Viterbo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE